QR code per la pagina originale

Jonney Shih rilascia uno “statement” su Windows Vista

,

L’azienda Asustek, nel mercato dell’hardware, occupa una importante fetta di mercato grazie sue schede madri e schede video, riconosciute tra le migliori. Per questo motivo Asustek è un marchio che gode di grossa fama in tutto il mondo ed essendo dotata di grossa credibilità, ogni sua affermazione fa eco in tutto il mondo dei PC.

Ha fatto molto scalpore, quindi, lo “statement” su Windows Vista, rilasciato ieri da Jonney Shih, presidente dell’azienda, con il quale ha pubblicamente dichiarato che i loro clienti continuano a chiedere il sistema operativo Windows XP, invece che il più nuovo Vista.

La richiesta baserebbe le sue ragioni sul fatto che gli utenti sarebbero ancora preoccupati dei problemi che potrebbero derivare da eventuali incompatibilità e ha dichiarato, quindi, che il problema probabilmente si supererà solo tra qualche mese, quando tutti i software avranno completato la loro fase di update per la compatibilità con Windows Vista.

Personalmente ho partecipato al Beta Testing di Windows Vista e con il mio ho superato la compatibilità hardware senza grossi problemi, se non con la Sound Blaster Live, per la quale, in ogni caso, sono disponibili dei driver non ufficiali che consentono una corretta installazione della scheda.

Anche dal punto di vista dei software non ho incontrato particolari difficoltà, nonostante utilizzo svariati applicativi. Con Windows Vista, infatti, mi sono trovato discretamente, ma posso capire che il passaggio non offre così tanti vantaggi quanti sono stati, per il passato, quelli nel passaggio da Windows ME a Windows XP, per cui sicuramente occorrerà del tempo in più prima che gli utenti si abituino al nuovo Windows.

Infatti, nonostante i vari aggiornamenti, ricordo che Windows XP è stato rilasciato nel lontano 2001, quando i PC di punta erano ben distanti dagli attuali che in alcune situazioni non possono offrire il massimo delle loro prestazioni su di un sistema operativo concepito 6 anni fa.