QR code per la pagina originale

WinHEC 2007: Gates festeggia Vista

WinHEC 2007: Gates festeggia Vista annunciando che 40 mln di unità sono già state distribuite nei primi 100 giorni con un ritmo di adozione doppio rispetto ad XP. Gates ha inoltre annunciato Windows Server 2008 e nuovi dettagli su Windows Home Server

,

Alla Windows Hardware and Engineering Conference (WinHEC) il primo intervento è stato quello di Bill Gates, il quale fin dalla vigilia aveva annunciato di avere qualcosa da dire a proposito dell’andamento di Windows Vista. Ed è così che l’intera presentazione inizia con un numero: Windows Vista dopo 100 giorni sul mercato è stato distribuito praticamente in 40 milioni di copie, ovvero con un ritmo di adozione tra l’utenza doppio rispetto a quello del precedente Windows XP. Non solo: la punzecchiatura di Gates è sui numeri e, come riportato dal resoconto di Paul Thurrott, il confronto vede Vista prevalere in sole 5 settimane su qualsiasi altro sistema operativo concorrente. Il 78% dei sistemi Vista distribuiti, inoltre, sarebbe nella versione Premium, il cui prezzo è maggiore rispetto as XP e la cui redditività per Microsoft è dunque maggiore.

L’intervento di Gates è continuato con la presentazione di due diversi prodotti destinati ad arrivare sul mercato entro pochi mesi per incidere sui bilanci trimestrali del 2008. Il primo è Windows Server 2008 è il nome con cui è stato ufficialmente battezzato Longhorn Server (così come suggerito nei giorni passati) e si appresta a sostituire ed accrescere l’attuale fetta di mercato dalle produzioni precedenti di Redmond, pari ai due terzi del totale. Secondo quanto indicato da Microsoft, Windows Vista e Windows Server 2008 genereranno 18 dollari di indotto per ogni singolo dollaro incassato dal gruppo apportando specificatamente forti vantaggi alle economie locali.

Un annuncio particolare e parallelo (di cui è disponibile online la traccia video relativa all’originaria presentazione al CES) è invece relativo a Windows Home Server, un nuovo concetto ideato da Microsoft per l’ambiente casalingo: Windows Home Server, recentemente rilasciato in beta release, sarà distribuito in collaborazione in forma OEM con Gateway, LaCie e Medion International (oltre alla già affiliata Hewlett Packard), i quali si occuperanno dell’hardware con cui gestire centralmente la rete informatica della propria abitazione.

Secondo quanto annunciato il concept sarà supportato nelle sue varie funzionalità da nomi quali F-Secure, SageTv, Iron Mountain o Diskeeper. Windows Home Server potrebbe offrire funzionalità di backup (tramite Windows Live OneCare) e potrebbe interagire con servizi Live e con la console Xbox.

Ideato il software, preparato l’hardware, ora serve solo più trovare una giusta applicazione: allo scopo Microsoft ha preparato un concorso quantomeno goloso per gli sviluppatori. “Code2Fame”: «fama e fortuna» sono i premi promessi, quantificati poi in 50.000 dollari di montepremi. Windows Home Server è il centro di un nuovo ecosistema e Microsoft intende lasciare ad aziende terze il compito di sfruttare il cuore Windows per le proprie estensioni. Con tanto di lauto incoraggiamento.