Amazon investe sugli audiolibri

Per una cifra non specificata il più grande rivenditore al dettaglio della rete, Amazon, ha comprato la compagnia leader nella produzione di audiolibri: Brilliance Audio. L’obiettivo è migliorare la qualità dei prodotti ed ampliarne la produzione

Continuando nella sua idea di mercato dedicata ai contenuti on demand, Amazon ha acquistato (per una cifra che non è stata diffusa) Brilliance Audio, la compagnia da vent’anni specializzata in audiolibri, con l’obiettivo di ampliarne la produzione e migliorare la qualità dei loro contenuti. Infatti al momento Brilliance Audio si limita a riversare unicamente 12-15 titoli l’anno scelti tra i bestseller a causa degli elevati costi di registrazione e produzione, ma ora Amazon ha intenzione di migliorare l’offerta, puntando sia sul supporto del CD che su quello del CD-MP3.

I libri sono il vero cuore di Amazon: il più importante rivenditore della rete ha infatti cominciato vendendo libri e tutt’ora l’ambito costituisce il cuore economico dell’azienda. Il sistema di suggerimenti e recensioni dei clienti, con cui Amazon si è fatta strada negli anni nel settore del commercio elettronico riuscendo anche ad uscire a testa alta dalla bolla specultiva di inizio millennio, fu infatti un elemento fortemente innovativo, subito esportato anche agli altri tipi di prodotti e copiato dai concorrenti.

Oltre ai libri, però, recentemente Amazon ha cominciato a spingere pesantemente nella direzione del commercio audio e musicale, anche oltre la vendita di CD, mettendo in piedi il music store virtuale Unbox e dando ripetuti segni di vivacità nel mercato.

Adesso l’accordo con Brilliance Audio arriva a sancire l’unione tra due mondi e ad aprire a sviluppi futuri per un settore, quello degli audiolibri, che fin dalla sua nascita è stato in crescita continua. Greg Greeley, vice presidente di Amazon.com a tal proposito ha commentato a WebProNews: «con questa acquisizione possiamo rendere più facile per gli autori e gli editori aumentare il numero di libri prodotti in un numero sempre maggiore di formati, offrendo ai clienti una selezione ancora più ampia». A Greeley ha fatto eco Michael Snodgrass, fondatore e presidente di Brilliance Audio, sottolineando come la compagnia rimarrà in totale autonomia: «raccontare storie è un’arte e i nostri audiolibri cercano di catturare il fascino e la complessità delle intenzioni degli autori per dare vita ai personaggi e alle immagini in una maniera che appassioni l’ascoltatore. Il nostro focus sugli audiolibri e la nostra missione di fornire i prodotti dalla qualità più alta nell’industria non cambierà».

Ti potrebbe interessare