PCI-SIG annuncia novità sul prossimo PCIe 2.0

PCI-SIG, consorzio per il rilascio delle specifiche PCI-X e PCIe composto da 900 rappresentanti delle più importanti aziende nel campo informatico, ha annunciato che le prime periferiche PCIe 2.0 vedranno la luce per il prossimo natale.Inizialmente le applicazioni saranno le stesse dell’attuale revision di PCIe, ovvero schede grafiche, controller RAID e periferiche di rete ultra

PCI-SIG, consorzio per il rilascio delle specifiche PCI-X e PCIe composto da 900 rappresentanti delle più importanti aziende nel campo informatico, ha annunciato che le prime periferiche PCIe 2.0 vedranno la luce per il prossimo natale.

Inizialmente le applicazioni saranno le stesse dell’attuale revision di PCIe, ovvero schede grafiche, controller RAID e periferiche di rete ultra High-Speed.

La novità dichiarata da PCI-SIG consiste nel fatto che il nuovo standard sarà retrocompatibile con le precedenti versioni, per cui nel passaggio a schede madri con il supporto PCIe 2.0 non saremo costretti a cambiare anche le eventuali vecchie schede PCIe.

Ricordiamo che la caratteristica principale del PCIe 2.0 sarà il raddoppio del transfer rate da 2.5Gbps a 5.0Gbps e della corrente generata dallo slot per l’alimentazione della scheda a 150watt, con cui, con molta probabilità, non sarà più necessario l’utilizzo di uno spinotto supplementare per le schede video, almeno per quelle di fascia medio/bassa. In aggiunta sarà disponibile, infatti, un connettore supplementare da 8 pin, che ha visto la sua prima apparizione sulla Radeon HD 2900 XT, in grado di generare 150watt.

Il primo chipset a essere commercializzato con supporto PCIe 2.0 sarà l’Intel X38 Express, previsto appunto per l’ultimo trimestre del 2007.

Ti potrebbe interessare
Igloo Games’ Dizzy Bee un’ape nell’iPhone
Imaging

Igloo Games’ Dizzy Bee un’ape nell’iPhone

L’iPhone ha aperto la strada a nuovi ed interessanti progetti. Molti giochi sfruttano gli accelerometri per creare fantasiosi e interessanti gameplay. In questi primi mesi d’apertura dell’AppStore, la Igloo è una software house molto attiva. Guardate cosa potete fare con un ape…