Arriva “TIM base”

La TIM ha annunciato che dal 21 maggio è disponibile un nuovo piano ricaricabile: TIM Base. Questa tariffa prevede un costo al minuto di 30 centesimi di euro verso tutte le numerazioni (fisse e mobili), tariffazione sugli effettivi secondi di conversazione e senza scatto alla risposta. Unica agevolazione al momento risulta la possibilità di chiamare

La TIM ha annunciato che dal 21 maggio è disponibile un nuovo piano ricaricabile: TIM Base.

Questa tariffa prevede un costo al minuto di 30 centesimi di euro verso tutte le numerazioni (fisse e mobili), tariffazione sugli effettivi secondi di conversazione e senza scatto alla risposta.

Unica agevolazione al momento risulta la possibilità di chiamare un numero TIM a 9 centesimi al minuto.

Dato che per il momento (fortunatamente) la tariffa TIM Club è ancora sul mercato non è chiaro perché un consumatore dovrebbe scegliere questa tariffa, peggiorativa rispetto alla TIM Club.

Contemporaneamente la TIM ha annunciato che dalla medesima data non saranno più attivabili i seguenti piani tariffari:

  • Zer0Scatti
  • FlashTim 24h FreeSms
  • FlashTim FreeSms
  • Happy TIMe
  • Flash Tim 24h
  • Flash Tim
  • Autoricarica 190

Inoltre sull’attivazione delle nuove SIM sarà messa come tariffa preinstallata la TIM Base.

Da questo potremmo presumere che la TIM avrebbe scelto tale strategia per recuperare i 7 euro per il passaggio successivo alla tariffa TIM Club oppure il gestore telefonico sta adeguandosi alle strategie degli altri operatori?

Ti potrebbe interessare