QR code per la pagina originale

PNY Technologies GeForce 8600GTS 256mb

,

PNY Technologies è uno dei partner di nVidia per la produzione e distribuzione delle schede video GeForce. L’azienda, fondata nel 1985, è da sempre stata leader nel settore delle memorie e, dal 2001, data in cui ha stretto vari accordi tra cui quello con nVidia, anche nel settore delle schede video.

La scheda che abbiamo provato è una GeForce 8600 GTS 256mb, distribuita proprio da PNY Technologies, basata sulla GPU G84 con processo produttivo ad 80nm e 32 Stream Processors. La memoria di 256mb di tipo GDDR3, su di un’interfaccia a 128bit ha una banda passante di 32Gb/s, mentre i clock sono impostati a 675/1000/1450Mhz, riferiti nell’ordine a core/memorie/sharer. Il dissipatore di cui è dotata copre l’intera superficie di GPU e memorie, aderendo a queste ultime tramite “pad termici”, nonché è dotato di una ventola auto regolabile in base alla temperatura, in grado di generare un discreto flusso d’aria, per cui tenteremo anche un leggero overclock per stabilirne i limiti.

La GeForce 8600 GTS è una scheda destinata al mercato di fascia media, diretta derivata della serie 8800, ne implementa parte delle tecnologie principali e presenta un’architettura molto simile. I transistor sono meno della metà, 289 milioni contro 681 milioni, uno dei motivi che ne ha consentito la riduzione del prezzo.

Grazie alla tecnologia Purevideo HD 2 di cui è dotata, consente poi la decodifica hardware di filmati HD H.264, VC-1, MPEG2 e WMV9, che, abbinata al supporto HDCP, la rendono un’ottima scheda anche per l’Home Theatring. Infatti sotto questo punto di vista, la 8600 rappresenta un’innovazione anche rispetto alle più potenti GeForce 8800 in quanto dotata di una seconda versione del video processor, denominata da nVidia VP2, che lavorando abbinata ad un bitstream processor, assente nelle altre, comporterà un minore affaticamento della CPU.

La confezione, in puro stile nVidia, contiene tutto il necessario per l’installazione: un adattatore per l’alimentazione supplementare, un cavo S-Video/RGB, un adattatore DVI-VGA, CD Drivers (ver. 7.15.11.0095), istruzioni e un adesivo PNY Technologies.

La scheda, infatti, è dotata di due porte DVI, dual link capable, entrambe compatibili HDCP, per cui è necessario l’adattatore in dotazione per il collegamento ai monitor più vecchi sprovvisti di ingresso DVI, di un’uscita S-Video, convertibile in HDTV, di un connettore per l’alimentazione supplementare, necessario anche se la scheda è molto economica in termini di consumo e di un connettore per il supporto della tecnologia SLI.

Per i test di questa 8600 abbiamo inaugurato una scheda madre Gigabyte GA-P35-DS3P dotata del nuovo chipset Bearlake Intel P35, affiancata da un processore Intel Core 2 Duo E6600 da 2.40 Ghz con FSB a 1066 Mhz e 4 mb di Cache di secondo livello, due banchi di memoria DDR2 ad 800Mhz della Team Elite, un Hard Disk Samsung 500 Gb PMR e un alimentatore da 350Watt. Il sistema operativo scelto è Windows XP Pro SP2 e i nuovi driver Forceware 158.22. La scheda alla quale l’abbiamo comparata, invece, è stata una ATI x1950 Pro 256mb, di fascia più alta ma ormai appartenente a una generazione passata, installata con l’ultima versione dei driver Catalyst, la 7.4.

La prima differenza che salta all’occhio tra le due schede è il differente ingombro, infatti la x1950 è lunga 22,5 cm contro i 19 cm della 8600 che le consentiranno l’installazione anche in case dallo spazio più ridotto.

Il primo confronto prestazionale lo abbiamo effettuato su 3D Mark 06, il noto benchmark della Futuremark, successore del già noto 3D Mark 05. Come si può notare dai grafici la x1950 riesce a distanziare solo di poco la 8600 nel Pixel Shader e nel Fill Rate Single ma quest’ultima riesce ad avere la meglio nell’Overall e nel Fill Rate Multiple così come anche nel Vertex Shader, dove la nuova architettura a shader unficati della 8600 si fa notare prepotentemente. Per quanto riguarda invece lo Shader Mark 3.0 la x1950 è superiore nel Perlin Noise, ma non supporta affatto lo Shader Particles al contrario della 8600.

Passando ai giochi abbiamo confrontato le due schede su F.E.A.R. versione 1.08, titolo della Sierra che abbiamo impostato con ogni dettaglio al massimo delle possibilità: Grafico F.E.A.R.

Abbiamo testato poi il nuovo S.T.A.L.K.E.R., gioco della THQ che negli ultimi tempi ha rappresentato un must nei benchmark delle GPU: Grafico S.T.A.L.K.E.R.

Infine abbiamo testato un altro gioco della THQ, ovvero Company Of Heroes, un RTS con grafica brillante e intenso di calcolo tridimensionale: Grafico Company Of Heroes.

Per quel che riguarda i consumi abbiamo rilevato che la PNY 8600 assorbe meno rispetto alla x1950 in tutte le condizioni di esercizio, mentre per quanto riguarda l’overclock, grazie all’ATITool 0.27 siamo riusciti ad ottenere buoni risultati di stabilità anche con un considerevole aumento del clock di core a 770Mhz (95Mhz al di sopra della frequenza di default) e di memorie a 1120Mhz DDR, il che ha portato a un aumento generale delle prestazioni di circa il 15%.

In conclusione, sebbene la x1950 in alcuni dei test sia riuscita a superare la 8600, quest’ultima supportando le maggiori funzioni, prima tra tutte la conformità DirectX 10, risulta, a nostro avviso, senza dubbio, la scelta migliore.

Video:Theft Alerts, un’app contro i ladri di smartphone