AAPL: altro record infranto

Pochi giorni fa vi avevo parlato del nuovo record delle azioni Apple: 110 Dollari per azione.Ieri Apple ha raggiunto un altro record: 100 Miliardi di Capitalizzazione. Ovviamente nel frattempo le azioni sono oltre i 110 Dollari. Sono vicine ai 120.Il record, oltre ad essere, un’ovvia conseguenza degli ultimi ottimi risultati di borsa, in realtà dipende

Pochi giorni fa vi avevo parlato del nuovo record delle azioni Apple: 110 Dollari per azione.

Ieri Apple ha raggiunto un altro record: 100 Miliardi di Capitalizzazione. Ovviamente nel frattempo le azioni sono oltre i 110 Dollari. Sono vicine ai 120.

Il record, oltre ad essere, un’ovvia conseguenza degli ultimi ottimi risultati di borsa, in realtà dipende dall’ampia analisi positiva di Morgan Stanley.

Secondo l’analista di Morgan Stanley, le azioni di Apple potrebbe toccare tranquillamente i 150 Dollari; e se la quota di mercato arrivasse al 5% negli USA, in congiunzione a ottime vendite dell’iPhone, i 200 Dollari sarebbe “dietro l’angolo”.

L’analisi può sembrare eccessivamente ottimistica ma giunge da accurate analisi. Inoltre le possibili ampie vendite dell’iPhone sembrano essere confermate dalle innumerevoli liste d’attesa.

Infine, ad ogni trimestre, dai dati di vendita di Apple si può constatare come la quota di mercato sia in aumento.

Ottobre sarà un mese fondamentale per Apple. Con l’uscita di Leopard le vendite di Mac potrebbero subire un’impennata. Dipende dal clamore che susciterà Leopard.

Intanto alcune voci confermerebbero l’arrivo per l’Europa di una versione 3G dell’iPhone. Elemento che allungherebbe ulteriormente la lista di possibili acquirenti.

Il 20 giugno toccheremo, con mano (almeno quella statunitense), come sarà l’iPhone e poi dopo l’estate iPhone in Europa e Leopard. Da non dimenticare altre possibili novità. Ormai sono svariati mesi che non vengono aggiornati (in maniera determinante) i Mac e gli iPod Video.

Ti potrebbe interessare