QR code per la pagina originale

Il Voip di Windows Live Messenger: a tu per tu con i responsabili di Microsoft

,

Qual è il metodo migliore per ottenere informazioni su un prodotto? Chiedere a chi lo ha ideato e realizzato. Ecco perchè ci siamo rivolti a Luca Colombo, Direttore Marketing Microsoft Online Services Group Italia, e a Lorenzo Sangalli, Direttore Marketing Microsoft Hardware Italia. Vediamo insieme le loro risposte, traendo poi le dovute conclusioni.

Come mai il VoIP e perchè proprio adesso? Questo progetto rientra nell’ottica di unificazione degli standard lanciata da Microsoft con l’avvento di sistemi operativi per cellulari (Windows Mobile), tv (Media Center), etc?

La telefonia si sposta sempre più da modelli basati sull’hardware verso software-based model. Microsoft e i suoi diversi partner sono oggi nella posizione di offrire alle aziende un modo semplice ed efficiente di far convergere i propri voice e data network. Quello voice è uno dei modelli di comunicazione che gli utenti conoscono e utilizzano. Il VoIP aziendale offre agli information workers maggiore flessibilità di comunicazione con soluzioni intuitive che consentono a un team di lavorare insieme in modo più efficace e di gestire al meglio processi di business, documenti e applicazioni.

Sarà possibile utilizzare le funzionalità di VoIP di Windows Live Call con sistemi operativi datati e/o adatti, ad esempio, ad un telefonino?

Per il momento no.

C’è una correlazione fra il lancio dei vostri prodotti e l’avvento di Vista?

No.

Che bacino di utenza prevedete di avere?

Il Microsoft President Jeff Raikes ha stimato che 100 milioni di persone, due volte l’attuale numero di utenti VoIP business, saranno in grado di effettuare chiamate telefoniche dalle applicazioni Microsoft.

Cosa potete anticipare in merito alla loro potenzialità? Ho letto, per esempio, di funzioni di face tracking, ma il servizio sarà paragonabile ai moderni sistemi di videoconferenza professionali?

I prodotti hardware che Microsoft offre per la comunicazione VoIP sono essenzialmente le webcam Microsoft LifeCam e le cuffie e auricolari Microsoft LifeChat. Questi prodotti sono stati progettati in un primo momento per un segmento di mercato composto da utenti VoIP che ne facevano uso a fini ludici e/o privati. Non si esclude, comunque, che con le nostre webcam e cuffie sia possibile effettuare anche delle videoconferenze in ambito professionale.
Una caratteristica peculiare di tali prodotti è quella di essere stati progettati per l’ottimizzazione con Windows Live Messenger, consentendo a chi si serve di tale software di utilizzarlo molto più facilmente e velocemente.
Infine, questi prodotti hanno dei requisiti tecnici tali da consentire videochiamate via internet con una qualità audio video decisamente sorprendenti.

Per quanto riguarda il sonoro che potenzialità ha?

Per quanto concerne l’audio, la prima caratteristica delle webcam LifeCam è di avere microfoni integrati unidirezionali che eliminano fastidiosi rumori di fondo, come ad esempio quello della ventola del computer. Nelle LifeCam il microfono dispone di un filtro che elimina tutti i disturbi sonori, consentendo a chi ascolta di ricevere un audio chiaro e pulito. Le stesse tecnologie sono naturalmente anche quelle delle cuffie e auricolari LifeChat.

L’hardware sarà compatibile con sistemi non Windows quali Linux/Unix e MAC/OS?

Attualmente, il software e i driver che gestiscono le LifeChat e LifeCam Microsoft non sono compatibili con Mac OS né con Linux/Unix. Pertanto, le peculiari funzionalità di integrazione con Windows Live non sono disponibili su queste piattaforme. Questo non esclude che il segnale audio/video acquisito dall’hardware possa essere utilizzato da alcuni software su queste piattaforme per mezzo del collegamento USB standard, ma non c’è un supporto ufficiale per questo utilizzo.

Dalle dichiarazioni rilasciate da Microsoft possiamo senz’altro dedurre l’obiettivo del servizio: fornire un mezzo di comunicazione VoIP a privati e PMI senza voler entrare in competizione con l’hardware end-level per videoconferenze professionali. Microsoft sta tentando di lanciare uno standard – pensiamo al Media Center o a Windows Mobile – che sfrutti la semplicità e il grande successo di pubblico di Msn Messenger.
Questo dovrebbe portare ad una semplificazione nell’utilizzo del software VoIP, non dovendo gli utenti far altro che installare il client Messenger e premere il tasto “avvia videoconferenza”. Operazione che, con molta probabilità, abbiamo già fatto parecchie volte. Ciò evita sia di imparare ad usare nuovi software sia ad evitare problemi di aggiornamento del personale. La qualità dell’hardware è sicuramente alta per lo standard e, per di più, a un prezzo contenuto. A favore dell’offerta, va infine indicata l’alta compatibilità e integrazione con Windows e la possibilità di utilizzare Windows Update per aggiornare automaticamente il prodotto.