QR code per la pagina originale

SES Toronto: make ideas spread

,

Leggo un po’ di post nei vari blog e forum americani, riguardo il recente SES (Search Engine Strategies) di Toronto, tenutosi il 12 e il 13 giugno 2007.

A leggere i resoconti mi rammarico di vivere in Italia e non potermi permettere una trasferta fino in Canada per seguire 2 giorni di formazione SEO.

La presenza di Seth Godin, autore di libri che hanno cambiato il modo di fare marketing quali Permission Marketing, Unleashing the Ideavirus, The Big Red Fez e il recente The Dip, ha illuminato tutti i partecipanti sottolineando un concetto tanto semplice quanto forte: Ideas that spread, win.

Ha incoraggiato i partecipanti (SEO, aspiranti SEO, aziende, ecc..) ad adottare un approccio sociale, di divulgazione delle idee, dei pensieri, a svolgere questo lavoro in modo sempre meno tecnico e sempre più sociale, appunto.

Sarei sicuramente rimasta affascinata dal workshop, moderato da Rand Fishkin di SEOMoz, ispirato dal suo libro “What’s Your Purple Cow Quotient? Differentiation & Positioning Workshop
nel quale un gruppo di esperti ha discusso di come sia importante posizionare offerte, annunci, siti in modo diverso dalla massa. Un workshop sulle idee, su come uscire dall’ordinario e sul “Think different!”

Oltre a Godin, il SES si è distinto per la partecipazione massiccia di speaker dei Motori di Ricerca: Google (5 persone), Yahoo (4 persone) e Microsoft (6 persone), tanti interventi che riflettono la “lotta” per rubare la leadership a Google.

Un segnale forte, di grande coinvolgimento dei diretti interessati che hanno approfittato dell’evento SEO per rilasciare anticipazioni, chiarimenti, informazioni (fra le varie cose ho letto che sono stati rivelati nuovi dettagli sui quality score e sull’algoritmo di Google).

Peccato non esserci.. ma piano piano arriveranno anche da noi.