QR code per la pagina originale

O2 sarà il primo carrier europeo per l’iPhone

L'ipotesi è che la firma sia ormai vicina: O2, la controllata inglese di Telefonica, potrebbe essere prossima all'accordo con Apple per la distribuzione esclusiva dell'iPhone sul mercato inglese. T-Mobile potrebbe firmare per la Germania. L'Italia aspetta

,

Per Telefonica le cattive notizie arrivano dalla Spagna, ove le pratiche anticoncorrenziali nel mondo della banda larga hanno portato ad una multa da oltre 150 milioni di euro, ma le buone notizie arrivano dal Regno Unito: la controllata O2 potrebbe infatti essere il primo gruppo europeo a siglare un contratto di esclusiva con Apple per la distribuzione dell’iPhone.

iPhone e O2

Fonti vicine al gruppo avrebbero dato per imminente la firma del contratto ed il valore in borsa delle azioni Telefonica hanno così vissuto in una situazione di teso equilibrio i rumor inglesi e le vicende spagnole. Quello che negli Stati Uniti è stata AT&T, in Europa avrebbe potuto esserlo Vodafone. Addirittura si erano sviluppate ipotesi di acquisizioni di quest’ultima da parte del colosso americano, voci mai concretizzatesi in una reale contrattazione pubblica. Telefonica potrebbe ora fare un importante passo avanti nel mercato anglosassone conquistando la promessa iPhone ai danni di Vodafone e puntando così più concretamente ad uno spazio di maggiore importanza nel settore. Dopo il Regno Unito dovrebbe essere l’ora della Germania, ed in questo caso è T-Mobile il carrier più seriamente candidato ad un contatto con Cupertino.

L’arrivo in Europa, insomma, potrebbe seguire le stesse strade già precedentemente percorse con l’iPod (UK, Germania, Francia). L’Italia, dunque, sarebbe in questo caso coinvolta tra le ultime e l’attesa per l’iPhone potrebbe conseguentemente essere più lunga del previsto. Nessuna conferma giunge comunque da Cupertino e gruppi quali Orange, Deutsche Telekom e France Telecom sarebbero quindi ancora in lizza per un posto nella rumorosa storia del telefono con la mela. Per l’Italia i rumor coinvolgono tutti il gruppo 3 e, ancora una volta, Vodafone.