QR code per la pagina originale

Baidu viola il copyright di Wikipedia

Baidu, uno dei principali motori di ricerca in lingua cinese, continua a non rispettare i diritti dei contenuti carpiti direttamente da Wikipedia e pubblicati sulla enciclopedia 'libera' nazionale . Inutili i tentativi di dialogo intrapresi da Wikimedia

,

Wikimedia Foundation ha manifestato nel corso di una conferenza tenutasi al Wikimania 2007 il suo disappunto per la condotta del motore di ricerca cinese Baidu, il quale continua imperterrito a non rispettare il copyright degli articoli presi direttamente da Wikipedia ed inseriti all’interno dell’enciclopedia ‘libera’ cinese Baidu Baike, lanciata dal motore di ricerca lo scorso aprile. Nonostante ogni tentativo di comunicazione con Baidu sia risultato vano, Wikimedia Foundation non ha per il momento intenzione di intentare alcuna causa legale.

«Non rispettano per nulla la licenza», ha dichiarato amareggiata nel corso della conferenza Florence Nibart-Devouard, chair del Board of Trustees a Wikimedia Foundation, «potrebbe trattarsi della più grande violazione di copyright mai subita». Baidu ha infatti sin dall’inizio violato in maniera reiterata e sistematica la licenza GNU FDL che accompagna gli articoli pubblicati su Wikipedia, inserendo all’interno della enciclopedia cinese contenuti estrapolati direttamente da quest’ultima senza citarne la fonte, anzi, rimarchindoli con il copyright del motore di ricerca cinese: oltre il danno, la beffa.

Baidu

Il problema diventa ancora maggiore se si considera che Baidu Baike non solo è una delle più ampie enciclopedie online in lingua cinese, ma contiene più articoli di ogni altra Wikipedia (eccetto la versione in lingua inglese): Baidu Baike offre oltre 800.000 articoli, la edizione in lingua tedesca di Wikipedia oltre 600.000, mentre la versione in lingua cinese circa 139.000. Inoltre le restrittive leggi censorie cinesi rendono i rapporti tra le due società ancora più complessi: basti pensare alla versione in lingua cinese di Wikipedia, tuttora inaccessibile dal territorio cinese.

Wikimedia Foundation continuerà nel suo intento di stabilire una comunicazione con Baidu, monitorando nel frattempo le violazioni di copyright. Wikimedia spera di risolvere la questione con metodi pacifici, d’altronde, «la fondazione non possiede il copyright degli articoli, degli editori e degli autori», come spiega Nibart-Devouard, ma non esclude la possibilità di ricorrere ad una class action.