SSD in arrivo da Toshiba

In occasione del CES di Las Vegas, che aprirà i battenti tra poche settimane, Toshiba presenterà al pubblico una nuova linea di soluzioni di storage basate sulla tecnologia SSD (Solid State Disk).La nuova linee sarà caratterizzata in un primo momento dalla presenza di 3 modelli, con capacità di 32GB, 64GB e 128GB, disponibili nei formati

In occasione del CES di Las Vegas, che aprirà i battenti tra poche settimane, Toshiba presenterà al pubblico una nuova linea di soluzioni di storage basate sulla tecnologia SSD (Solid State Disk).

La nuova linee sarà caratterizzata in un primo momento dalla presenza di 3 modelli, con capacità di 32GB, 64GB e 128GB, disponibili nei formati da 2.5 pollici e 1.8 pollici. Questi ultimi, vista la loro ridottissima dimensione, potranno essere utilizzati per equipaggiare qualsiasi dispositivo elettronico portatile.

Secondo le dichiarazioni dell’azienda, i dischi SSD in questione sono in grado di raggiungere una velocità di lettura di 100MB/sec e una velocità di scrittura di 40MB/sec. L’interfaccia utilizzata è la Serial-ATA II.

Da notare che la realizzazione del disco da 128GB e 1.8 pollici è stata possibile soltanto grazie all’utilizzo di memorie NAND Flash MLC (Multi-Level Cell) costruite con un processo produttivo a 56 nanometri.

La disponibilità sul mercato delle soluzioni SSD di Toshiba è attesa per il primo trimestre del 2008, ma al momento non sono disponibili informazioni riguardanti il periodo esatto scelto per il debutto.

Ti potrebbe interessare
Consigli pratici per la fotografia motoristica – Parte prima
Imaging

Consigli pratici per la fotografia motoristica – Parte prima

Le foto d’azione sono tra le più interessanti e stimolanti che si possano catturare. Sono però anche tra le più difficili da realizzare, proprio perché il soggetto tende a muoversi, e spesso la fa anche molto velocemente. È il caso delle corse motoristiche, auto o moto che siano: ecco quindi qualche consiglio per far sì

Il SEO è in estinzione?
Web e Social

Il SEO è in estinzione?

Molti anni fa, nella preistoria di internet, il SEO era una figura ben definita, era colui che ottimizzava le pagine e i siti per ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca, erano gli anni in cui tutto era basato su fattori onpage, al massimo si controllava il nome a dominio.Poi c’è stata una rapida