QR code per la pagina originale

Presentato ufficialmente KDE 4

E' stata ufficialmente presentata la prima versione stabile di KDE Desktop Environment 4, l'interfaccia grafica più nota nel mondo Linux. Non mancano comunque le polemiche per la scarsa maturità dimostrata da un prodotto ancora viziato da bug

,

Programmi come Amarok, uno dei più apprezzati lettori multimediali su Linux, e KOffice non hanno ancora terminato il passaggio. Bisognerà attendere le prossime release anche per vedere nuovi framework che andranno a completare gli ingranaggi alla base del nuovo desktop. Tra questi in futuro non mancheranno di stupire Akonadi, un sistema centralizzato per la gestione delle informazioni personalizzate (calendari, posta e così via) e Decibel, un framework unificato per le comunicazioni, che verrà utilizzato principalmente per l’instant messaging.

Proprio le lacune che, insieme alle novità, accompagnano il KDE 4.0 hanno fatto scattare alcune polemiche: gli sviluppatori sono criticati per la scelta di rilasciare come stabile un prodotto incompleto e in parte ancora grezzo. Gli sviluppatori, d’altro canto, si dicono pienamente consapevoli delle carenze di questa versione e anzi avvisano gli utenti che il sistema potrebbe presentare bachi e crash improvvisi. Tuttavia senza una vera prova su strada e senza le segnalazioni degli utenti finali lo sviluppo tenderebbe inevitabilmente a ristagnare.

Le polemiche riguardano anche l’aspetto politico, oltre che quello tecnico: per la prossima versione di Ubuntu, una delle distribuzioni Linux più popolari, Canonical ha deciso di declassare KUbuntu, l’incarnazione di Ubuntu con KDE, proprio per i peccati di gioventù che KDE 4 potrebbe dimostrare. La prossima versione della distribuzione africana, infatti, sarà una release LTS, Long Time Support, e Canonical ha deciso che il supporto a lungo termine (tre anni) sarà garantito solo per la versione con Gnome, mentre quella con KDE riceverà gli aggiornamenti solo per diciotto mesi.

Nel frattempo gli sviluppatori di KDE hanno già cominciato a lavorare alla versione 4.1 che
verrà rilasciata tra alcuni mesi e che vedrà l’integrazione dei componenti ancora mancanti e dei miglioramenti per la velocità e per l’occupazione della memoria, anche se già adesso il KDE 4 fa registrare dei consumi inferiori al suo predecessore KDE 3.5.8. Per ora non ci sono ancora piani per dismettere la serie 3, che resterà supportata con aggiornamenti di sicurezza e bugfix verosimilmente per qualche anno ancora.

  1. 1
  2. 2