Nokia & Facebook: accordo…?

Sembra che Facebook e Nokia siano al lavoro su un accordo che potrebbe portare il popolare Social Network sui cellulari della società finlandese. Nel merito, i termini dell’accordo dovrebbero essere grosso modo questi: i cellulari della Nokia, attraverso un’applicazione specifica studiata ad hoc, avrebbero un link diretto a Facebook in modo del tutto simile a

Sembra che Facebook e Nokia siano al lavoro su un accordo che potrebbe portare il popolare Social Network sui cellulari della società finlandese.

Nel merito, i termini dell’accordo dovrebbero essere grosso modo questi: i cellulari della Nokia, attraverso un’applicazione specifica studiata ad hoc, avrebbero un link diretto a Facebook in modo del tutto simile a quanto avviene ora per Youtube sugli iPhone. A margine di questo accordo sui contenuti, ci sarebbe anche una parte finanziaria in virtù della quale Nokia acquisirebbe una partecipazione azionaria in Facebook.

Un dirigente della società finlandese, interpellato sull’argomento, si è rifiutato di entrare nei dettagli ma ha dichiarato:

Tra i vari aspetti su cui stiamo lavorando, si sta parlando di una partnership… possiamo dire che stiamo tastando il terreno e che bisogna ancora definire le cose.

Pare che comunque, per lo meno sotto l’aspetto finanziario, la transazione non possa concludersi nel breve periodo. I mercati finanziari, in questa prima parte dell’anno, hanno perso parecchio in tutto il mondo. Una IPO (offerta pubblica iniziale), effettuata in questo momento, porterebbe probabilmente ad una sottostima del valore effettivo di Facebook. Dati questi presupposti sia il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, sia diversi analisti ritengono pertanto improbabile che almeno la parte finanziaria dell’accordo possa perfezionarsi nel breve periodo.

Valutando i benefici che potrebbero derivare dall’operazione credo si possano fare diverse considerazioni.

Nokia è attualmente il più grande produttore di cellulari al mondo con una quota di mercato pari circa al 40%. È evidente come, grazie ad una soluzione come quella descritta, Facebook potrebbe espandersi su nuovi mercati beneficiando di un importante veicolo distributivo che gli consentirebbe di raggiungere in modo capillare molti nuovi utenti. A questo dato va poi aggiunta l’iniezione di liquidità riveniente dall’accordo e i ritorni che potrebbero emergere con l’ingresso nella compagine azionaria di un partner forte come Nokia.

D’altro canto, essendo Facebook piuttosto diffuso negli Stati Uniti, la società finlandese probabilmente assisterebbe ad un aumento delle proprie vendite in tale area. Ma l’elemento sicuramente più importante è che Nokia potrebbe, dopo infruttuosi tentativi di sviluppo autonomo, finalmente integrare un servizio di social networking nei propri apparecchi fornendo a tutti i clienti un servizio addizionale che di questi tempi va per la maggiore.

Allo stato attuale delle cose non possiamo sapere se l’accordo si perfezionerà o meno. Per il momento si tratta solo di rumor.

Credo, tuttavia, possa essere interessante notare come a livello generale vi sia una sempre più netta e concreta convergenza tra i servizi di telefonia mobile e i web content. Una sorta di corsa ai contenuti da parte dei produttori ed una corsa a canali distributivi innovativi da parte dei siti web.

Ti potrebbe interessare
In attesa del keynote di stasera, spuntano video su iPod Touch e iPod Nano
Apple

In attesa del keynote di stasera, spuntano video su iPod Touch e iPod Nano

Mancano davvero poche ore al tanto atteso keynote Apple dove, come dicevamo in un precedente post, verranno presentate le novità della linea iPod e iTV, la versione rivista di Apple TV. A differenza dei canoni soliti di Cupertino, questa volta Apple ha deciso di fornire lo streaming video dell’evento, come vi abbiamo già annunciato questa

In quali regioni italiane la banda larga è veramente larga?
Prezzi e tariffe

In quali regioni italiane la banda larga è veramente larga?

La qualità della banda larga nel nostro Paese è uniforme in ogni regione? Come tutti sappiamo, no, ma quali regioni offrono la miglior qualità in fatto di prestazioni medie? Una bella domanda, a cui sperano di dare una risposta SOS Tariffe in collaborazione con Tom’s Hardware che hanno deciso di mappare le prestazioni reali della

AMD sfida Intel con i triple core
amd aziende intel

AMD sfida Intel con i triple core

La sfida tra AMD e Intel si fa sempre più interessante. I due competitors si fronteggiano mettendo in campo il numero di core delle proprie CPU. Infatti, se due core non sembrano essere sufficienti per determinate applicazioni e i quattro core sono al momento ancora un lusso per pochi, AMD propone una nuova gamma di

Rumor smentiti su Apple
Apple

Rumor smentiti su Apple

Ieri abbiamo fatto un punto della situazione sui rumor che girano intorno ad Apple, ed ecco che man mano vengono smentiti o si rivelano delle bufale. Questo è il caso dell’iPhone in Italia prima della fine di Luglio. L’avevamo messo in dubbio ma mai ci saremmo aspettati che iPodMania si riferiva a un iPhone ordinato