Chi venderà l’iPhone in Italia?

Se in Gran Bretagna, Francia e Germania già da qualche tempo uomini d’affari e non, girano con il futuristico iPhone nel taschino, noi resto del mondo per ora possiamo solo attendere, ingannando le ore seguendo la saga delle trattative sulla sua distribuzione. Dopo la brusca interruzione della trattativa con l’operatore China Mobile (con conseguente nuovo

Se in Gran Bretagna, Francia e Germania già da qualche tempo uomini d’affari e non, girano con il futuristico iPhone nel taschino, noi resto del mondo per ora possiamo solo attendere, ingannando le ore seguendo la saga delle trattative sulla sua distribuzione.

Dopo la brusca interruzione della trattativa con l’operatore China Mobile (con conseguente nuovo avvicinamento), la casa di Cupertino si interessa all’Italia.

La storia comincia qualche mese fa quando si inizia a vociferare di un accordo con TIM. Insistenti e diffusi rumor danno per sicuro che entro Febbraio l’intesa tra le due società sarà ufficiale.

Nel calderone del web, in quanto a voci, troviamo di tutto: dagli indizi, segnalati dagli appassionati della mela, per cui pare che il sito della TIM riconosca un iPhone come telefono appartenente alla sua gamma di prodotti, ai pareri di natura più tecnica per cui sembra che, le stringhe identificative del carrier telefonico italiano si trovino anche nell’ultima versione del firmware dell’iPhone.

Poi c’è l’orda di segnalazioni dei blogger che parlano di bozze di filmati iPhone con le funzioni e l’interfaccia nella nostra lingua, dell’apparizione nella finestra di aiuto di iTunes 7.6 del link per iPhone che rinvia ad una pagina non ancora presente sui server, fino alla possibilità di fare la ricarica di iPhone direttamente usando i servizi della SIM in quanto il telefono viene riconosciuto dalla rete mobile dell’operatore italiano.

La trama si infittisce, le indiscrezioni si moltiplicano. Chi sarà il carrier ufficiale dell’iPhone?

Che si tratti di Tim, Vodafone, Wind o 3 ancora non è dato sapere ma almeno su una cosa tutti sembrano concordare: la fine della saga è vicina, entro la primavera sboccerà un contratto. E se poi fosse possibile passare in dieci mosse (vedi il video allegato) da un operatore all’altro, allora la Apple avrà ben altro a cui pensare piuttosto che perdersi nel gossip italiano.

Ti potrebbe interessare
Il ritorno di Lavabit
Software e App

Il ritorno di Lavabit

Dopo la chiusura avvenuta nel 2013, Lavabit è di nuovo disponibile con un’architettura rinnovata che garantisce una migliore sicurezza rispetto al passato.

In arrivo una versione CPU-friendly di Flash Player
Apple

In arrivo una versione CPU-friendly di Flash Player

Gli utenti Mac se ne sono accorti da tempo: le attuali versioni di Adobe Flash Player saturano le risorse della CPU, causando surriscaldamenti nonostante la velocità massima delle ventole. Si tratta di un bug che, tuttavia, potrebbe essere risolto nella versione 10.1 del famoso player multimediale. Adobe, infatti, ha rilasciato una pre-release di Flash Player

Google Maps per Android si aggiorna
Android

Google Maps per Android si aggiorna

Google ha rilasciato un aggiornamento per l’applicazione Maps e rivolto alla piattaforma Android, rendendolo disponibile su Android Market. Tale programma è da considerarsi tra i più importanti sinora proposti, in quanto è un pratico strumento per supportare la mobilità degli utenti e soddisfare le loro richieste di informazioni. La possibilità di scaricare l’upgrade come se

Dove conservare le password?
Web e Social

Dove conservare le password?

Software di criptazione, foglietti di carta conservati in cassaforte o altri sistemi sono tutti ideati per proteggere le password di accesso a file e servizi personali, e tenerle a portata di… mano quando servono.

QBRteam assume sviluppatori e programmatori
Web e Social

QBRteam assume sviluppatori e programmatori

QBRteam è una giovane società milanese di consulenza per servizi e prodotti dell’ICT. Il gruppo offre il suo supporto ad aziende e Pubbliche Amministrazioni per innovazione, ricerca e formazione. In piena espansione (tanto che nel 2007 l’azienda ha aperto suoi uffici anche a Londra), QBR è alla ricerca di: Developer Front End .Net per la