QR code per la pagina originale

Windows su pendrive con il progetto StartKey

,

Si sta diffondendo l’utilizzo di periferiche iper-portatili come le pendrive, per portarsi dietro le proprie applicazioni, impostazioni e file, come nel caso di WinPenPack, o addirittura un intero sistema operativo, come ad esempio Slax, l’ottima distribuzione Linux basata su Slackware.

In quest’ottica pare ora muoversi anche Microsoft con il progetto chiamato StartKey che dovrebbe vedere la luce entro il 2008.

Si tratta della possibilità di caricare su un proprio dispositivo di memorizzazione portatile programmi, impostazioni e documenti da poter utilizzare su qualsiasi computer senza bisogno di installazione e senza rischio per la propria privacy. Una sorta di desktop virtuale che scompare quando la chiavetta USB viene rimossa.

Lo sviluppo del progetto dovrebbe essere svolto in collaborazione con SanDisk, creatore della tecnologia U3 alla base del progetto stesso, e partner Microsoft

L’obiettivo di questa innovazione è rendere l’ambiente e le personalizzazioni di Windows e Windows Live trasportabili su qualsiasi PC; questa caratteristica lo renderebbe molto appetibile per i paesi in via di sviluppo, laddove non è così usuale avere il PC a casa, in modo da permettere ad ogni impiegato di avere un backup completo di tutto il proprio lavoro su un dispositivo personale.

L’altro impiego possibile di un simile applicativo è la parziale sostituzione del computer portatile con una semplice interfaccia personale direttamente fruibile su qualsiasi PC.

Resta da aggirare il problema delle “blindature” dei sistemi aziendali che prevedono il blocco di pendrive e periferiche esterne per evitare emorragie di dati dall’azienda verso l’esterno; credo invece che rendere un ambiente Windows disponibile su periferiche mobili possa facilitare soprattutto il lavoro del piccolo professionista con relativa sincronizzazione costante tra ufficio e casa.