QR code per la pagina originale

Vendite Apple a gonfie vele

Ha raggiunto il 14% la quota di mercato di Apple nel settore dei computer negli USA. Secondo le prime stime, la società di Cupertino dovrebbe registrare un aumento complessivo del 60% delle consegne grazie al segmento trainante dei notebook

,

Sembrano andare a gonfie vele le vendite nel settore computer di Apple. Secondo le prime stime per il mese di febbraio, la società di Cupertino occuperebbe ormai il 14% del mercato informatico USA, cinque punti in più rispetto al medesimo periodo dello scorso anno. Un dato di crescita significativo, accompagnato dall’aumento, quasi inaspettato, del 60% delle consegne.

Le notizie sulle buone prestazioni nel settore computer di Apple sono state comunicate dagli analisti di Pacific Crest Securities e recentemente diffuse dal sito Appleinsider. Stando alle informazioni pubblicate, il segmento di mercato legato ai notebook sarebbe stato trainante per Apple, con un aumento del 64% delle consegne della mela a fronte di un aumento complessivo dell’intero settore pari al 20%. Ancora più evidente la differenza di crescita nel settore dei computer desktop: le consegne di iMac e MacPro hanno fatto registrare un incremento del 55% rispetto allo scorso anno, mentre il mercato nel suo complesso ha subito una battuta di arresto con un decremento pari al 5%.

I dati positivi sulle vendite dei computer portano nuovo ossigeno ad Apple, in affanno per le vendite al di sotto delle aspettative nel mercato dei riproduttori multimediali. Secondo numerosi analisti, infatti, il 2008 potrebbe essere il primo anno di crisi per la fortunata serie iPod, nonostante la significativa riduzione dei prezzi su alcuni dispositivi. Salvo imprevisti, il primo trimestre di quest’anno dovrebbe chiudersi con 9,5/10,7 milioni di iPod venduti. Un dato definitivo al di sotto dei dieci milioni di unità vendute si tradurrebbe in un decremento delle vendite pari al 4% rispetto al 2007.

I dati forniti da Pacific Crest non hanno lasciato insensibili i mercati nella difficile giornata di ieri. Il titolo Apple ha chiuso a Wall Street poco al di sopra dello 0,10%, limitando i danni causati dalla forte instabilità della borsa. Il dato positivo si inserisce nella scia delle buone prestazioni della scorsa settimana, stimolate dai dati sul crescente indice di penetrazione dei prodotti di Cupertino nel settore business. Una buona ripresa del titolo, ma ancora lontana dai fasti dell’ultimo mese del 2007.