QR code per la pagina originale

iPhone Dev Center: solo per chi piace ad Apple

,

Il Kit di Sviluppo per iPhone (in versione preliminare) ha raggiunto quota 100.000 download in meno di una settimana, ma questo non vuol dire che, da qui a Giugno, altrettante persone produrranno software compatibile con il cellulare di Apple.

Già da qualche giorno, infatti, molti (probabilmente la grande maggioranza) di coloro che hanno provato ad iscriversi al programma di Sviluppo, hanno già ricevuto un rifiuto da parte di Cupertino; questa è la risposta (pubblicata da diversi siti) data agli “sfortunati” volenterosi:

Dear Registered iPhone Developer, thank you for expressing interest in the iPhone Developer Program. We have received your enrollment request. At this time, the iPhone Developer Program is available to a limited number of developers and we plan to expand the program during the course of the beta period. We will contact you again regarding your enrollment status at the appropriate time. Thank you for applying. Best regards, iPhone Developer Program.

Ovvero:

Caro sviluppatore registrato dell’iPhone, grazie per averci espresso il tuo interesse nel Programma di Sviluppo per iPhone. Abbiamo ricevuto la tua richiesta di partecipazione. Al momento il programma di sviluppo dell’iPhone è disponibile ad un numero limitato di sviluppatori ed abbiamo pianificato di estenderlo durante il periodo di beta testing. Ti contatteremo quando i tempi saranno più maturi e ti faremo sapere a che punto è la tua richiesta. Grazie per esserti registrato. Cordiali saluti, iPhone Developer Program.

Ricordiamo che, sebbene Apple avesse deciso di rendere disponibile un SDK, per “aprire” iPhone al mondo degli sviluppatori indipendenti, in occasione della presentazione dello stesso Steve Jobs aveva precisato che nella prima fase (fino a Giugno) le adesioni accettate per il programma sarebbero state in numero ristretto.

E così è stato. In realtà il così rapido esaurimento dei posti disponibili, fa pensare ad una ben precisa strategia, da parte di Apple, che mira ad ammettere al programma di sviluppo, almeno nella prima fase, solo le grandi software house o comunque soggetti nei quali Apple ripone estrema fiducia.

Questo è in qualche modo comprensibile se ci si pone dalla parte di Apple: mentre l’SDK è disponibile per chiunque, solo gli ammessi al programma avranno a disposizione il nuovo firmware di iPhone. E sappiamo bene quanto Apple ci tenga a mantenere il segreto sulle sue novità.

Secondo voi invece è giusto il comportamento adottato da Apple?