QR code per la pagina originale

Ma il modello nuovo di iTunes a chi conviene??

,

iTunes ad abbonamento

L’apparente decisione di Apple di dare il via anche ad un modello forfettario di pagamento per le tracce sul suo music store non può che far emergere qualche dubbio.

Perchè se da una parte il fatto di avere musica a volontà a fronte di un pagamento fisso può indurre all’entusiasmo ci sono molte cose che vanno considerate, prima di tutto il fatto che il modello attuale di iTunes ne ha determinata la forza.

La più grande innovazione del music store Apple è stata che ogni traccia è diventata acquistabile a sè e non c’è più bisogno di comprare un album intero. Al rivoluzionario prezzo di 1? (o 1$) ogni canzone si può trovare e scaricare più in fretta di come si faccia sui mezzi pirata. Ma se arriva un tipo di pagamento a forfait a questo punto il concetto di poter scaricare una canzone comincia ad avere meno senso. E soprattutto a quanti converrà la nuova formula?

Ancora non è stata dichiarata l’eventuale cifra, tuttavia il consumatore tipo di iTunes è capace di comprare 3-4 tracce più un album al mese (a dir tanto), quanto gli converrà il modello forfait?

L’idea potrebbe essere però di offrirlo come opzione agli heavy users, i consumatori che viaggiano su una media di almeno 3-4 album al mese. Ma cosa succederà alla musica quando l’utente deciderà di recidere l’abbonamento? Non sembra possibile che questa continui ad essere di proprietà di chi prima pagava poichè in tal modo io potrei pagare un mese solo, scaricare milioni di tracce e poi non pagare più. D’altra parte chiunque offra un simile modello rende la musica insuonabile se non si paga l’abbonamento. E gli heavy users dovrebbero accettare che la propria musica diventi insuonabile?