Reliability monitor: la scatola nera di Vista

Da un po’ di tempo Windows non funziona più tanto bene, cosa può essere? Quante volte abbiamo sentito una domanda del genere? Tentare di rispondere significa generalmente fare un’anamnesi del computer, delle installazioni o degli aggiornamenti effettuati. A volte con esiti incredibili: il tool gratuito scaricato da Internet che inizia a succhiare RAM come una

Da un po’ di tempo Windows non funziona più tanto bene, cosa può essere? Quante volte abbiamo sentito una domanda del genere? Tentare di rispondere significa generalmente fare un’anamnesi del computer, delle installazioni o degli aggiornamenti effettuati. A volte con esiti incredibili: il tool gratuito scaricato da Internet che inizia a succhiare RAM come una spugna.

Con Windows Vista l’intuito serve, ma molto di meno, dato che abbiamo a disposizione forse il tool più indovinato della storia di Windows: il Reliability monitor, nella versione italiana “Monitoraggio affidabilità e performance monitor”.

Con questo tool è possibile visualizzare in formato cronologico gli eventi significativi della vita del nostro PC: i crash (di sistema, di applicativi o generici) e le installazioni effettuate. Un grafico come quello in figura mostra l’andamento dell’indice di affidabilità nel tempo, ed è quindi possibile valutare quali eventi tendano a degradare la nostra esperienza con Windows.

Per avviare questa scatola nera di Windows è sufficiente digitare “perfmon” dalla casella di ricerca del menu avvio.

Dal menu a sinistra scegliamo “Strumenti di monitoraggio” e poi “Monitoraggio affidabilità”. Eccoci quindi nel “calendario di Windows”, da sfogliare per valutare l’andamento. È utile cercare di ricordare anche modifiche hardware effettuate (dopo il raddoppio della RAM è aumentato l’indice?) per avere un quadro più completo delle informazioni.

Ti potrebbe interessare