QR code per la pagina originale

Skype scambiato per un AdWare

Un disservizio causato dai programmi di sicurezza Microsoft ha impedito ad alcuni utenti di utilizzare Skype per alcune ore in quanto il sistema lo scambiava per un noto AdWare e gli impediva di connettersi alla rete. Tutto è stato riparato con un update

,

Ci sono state negli ultimi giorni alcune incomprensioni tra i software di sicurezza Microsoft e Skype: il programma di telefonia VoIP è stato in molti casi identificato e bloccato a più riprese come si trattasse di un comune AdWare.

In realtà dichiara Microsoft oggi che si trattava di un errore scaturito dall’ultima update rilasciata venerdì che aveva effetto su Forefront Client Security, Windows Live OneCare e Windows Live OneCare Safety Scanner e non su Windows Defender. Skype veniva scambiato per un programma noto come Win32/Vundo.gen!D, ma tutto è tornato a posto con l’update alla versione 1.31.9121.0 del file Microsoft di signature per il malware rilasciata lunedì e scaricabile qui.

Non ci sarà nemmeno bisogno di reinstallare Skype in quanto i programmi di sicurezza di Redmond non rimuovevano il software ma semplicemente ne inibivano le possibilità di connessione alla rete. Una volta aggiornato il file di signature Skype dovrebbe tornare a funzionare correttamente, come riporta anche il blog ufficiale.

Il problema dei falsi positivi da tempo affligge i programmi di sicurezza con gravi ritorsioni sui programmi più utilizzati sia che si tratti di sistemi Microsoft che Apple. Nel caso specifico il disservizio si è prolungato per un lasso di tempo sufficiente ad arrecare danni e disagi agli utenti. Solo un anno fa ci fu un black-out di 48 ore coinvolgente ancora Skype ed anche in quel caso Microsoft ebbe la sua parte di responsabilità.