QR code per la pagina originale

Mooflair, video con Adobe Air

,

Avevamo parlato un po’ di tempo fa del nuovo Media Player di Adobe, un programma importante non tanto per funzioni ma per tecnologia. Si tratta infatti di uno dei primi esperimenti fatti con Adobe Air, la nuova piattaforma di sviluppo della casa di Photoshop che (dal punto di vista dell’utente) si comporta come Java (nel senso che è platform agnostic, basta installare le runtime).

Ora arriva Mooflair un software non troppo dissimile dall’Adobe Media Player ma sviluppato indipendentemente e profondamente migliore.
Si tratta di un videoplayer che si connette direttamente alla rete e scarica i feed RSS dei più comuni aggregatori video.

Attenzione però! Scarica i feed degli aggregatori, non i feed che volete voi di canali interni agli aggregatori. La differenza è profonda. In sostanza non si può personalizzare, è un software che serve a vedere ad esempio i video più visti più commentati, a fare ricerche all’interno di YouTube, Blip e compagnia, visualizzare i video e soprattutto scaricarli agevolmente.

La cosa sorprendente però è la rapidità e la fluidità dell’interfaccia. Adobe Air sfrutta Flash adattandolo ad una esecuzione da desktop (per questo sono necessarie le runtime) e sembra che la tecnologia funzioni veramente bene. I software non pesano nulla, si eseguono in un attimo e sono più veloci delle interfacce web.

Peccato che nel caso specifico a Mooflair manchi la componente essenziale che dà valore aggiunto alla navigazione su YouTube (per fare un esempio), ovvero il sistema di consigli di video attinenti in coda al filmato o sulla pagina. Dunque anche se tante cose in Mooflair lasciano a desiderare è indubbio che Adobe Air convince sempre di più.