QR code per la pagina originale

Sì, il web cresce anche in Italia

Sono attualmente 24 milioni gli italiani a navigare sul Web con un accesso praticamente giornaliero, una cifra in costante crescita grazie all'accesso dalle postazioni di lavoro e al sempre maggior interesse nei siti di notizie e informazione

,

Audiweb, società con l’obiettivo di fornire una immagine oggettiva sulla fruizione del mezzo Internet, ha rilasciato i dati panel relativi al mese di marzo 2008 (pdf). I risultati mostrano come gli italiani navighino sempre di più sul Web, anno dopo anno, mese dopo mese, con un costante aumento delle pagine visitate e del tempo di permanenza. Parte dell’incremento è dovuto alla sempre maggior disponibilità di accesso alla rete dal posto di lavoro e dal crescente interesse nelle news e informazioni presenti online, considerate sempre più una valida alternativa o integrazione a quanto giunge tramite i media convenzionali.

Il mese di marzo accoglie un incremento dell’utenza Internet con 24 milioni di navigatori giunti sul Web attraverso una connessione casalinga o dal posto di lavoro, il 5% in più rispetto al mese di febbraio. La cifra si estende sino a 25,5 milioni di utenti se si prendono in considerazione anche le applicazioni di instant messaging e i programmi utilizzati per scaricare musica o film. La media di persistenza sulla rete è di 21 ore (un’ora in più rispetto a febbraio), con una connessione praticamente giornaliera, il che comporterebbe la visualizzazione di 1.588 pagine, contro le 1.485 di febbraio. Raffrontando i dati con quanto registrato nel 2007, la crescita maggiore riguarda il tempo trascorso online (21 ore contro le 18 dell’anno precedente) e il numero di pagine visitate (circa 300 in più).

È il luogo di lavoro a spingere in modo particolare la fruizione di Internet: sono quasi 10 milioni i navigatori che accedono alla rete dal posto in cui lavorano, con un incremento del 22% rispetto al 2007. Rispetto all’utenza domestica poi, aumentano le sessioni mensili (35 contro le 20 casalinghe), le ore trascorse online (quasi 25 contro le 14,40 da casa) e le pagine visitate (1.775 contro le 1.140 da casa). Sotto il profilo demografico, l’utente medio è rappresentato al 57% dagli uomini e al 43% dalle donne, le quali crescono del 7% rispetto ai dati di febbraio, superando quota 11 milioni. In crescita sul Web i giovanissimi con meno di 11 anni e gli adulti tra i 25 e i 34 anni.

Cosa cercano maggiormente oggi gli internauti? I siti di notizie e di informazione, assieme ai portali dedicati al travel online, sono le tipologie di siti ad aver registrato il maggior incremento di visite, con 17,8 (+8%) e 14,2 milioni (+9%) di accessi rispettivamente. Grande successo per per quanto riguarda le news online, sempre maggiormente considerate una valida alternativa o integrazione alle notizie riportate dai media convenzionali e che continuano il loro trend positivo con un incremento di audience pari al 47% rispetto all’anno precedente. Gli italiani hanno dedicato alla loro lettura nel mese di marzo circa 46 minuti (contro i 37 del 2007), visitando 81 pagine (contro le 62 del 2007).