QR code per la pagina originale

Fastweb debutta nei social network

Per consolidare la community nata intorno al suo portale online, Fastweb ha deciso di adottare il social network italiano Myopencity. La nuova comunità offrirà agli utenti un forte radicamento sul territorio e la possibilità di interagire localmente

,

Fastweb, compagnia telefonica specializzata nella banda larga, ha deciso di seguire una nuova via per aggregare la crescente community dei suoi utenti. Sulla scia del successo dei grandi social network come MySpace e Facebook, la società italiana ha avviato un proprio portale sociale appoggiandosi sulla piattaforma glocale nostrana Myopencity (MOC). Oltre a utilizzare il portale di Fastweb per verificare le informazioni sul loro tipo di abbonamento o di servizi attivati, ora i clienti della compagnia telefonica avranno l’opporunità di accedere direttamente al network sociale italiano.

«Perché un big come Fastweb decide di scommettere su una piattaforma totalmente nuova anziché affidarsi ad una replica di servizi già esistenti? La risposta sta nella profonda relazione tra persone, contenuti e localizzazione geografica, che consente a MOC di creare una nuova rete di relazioni sul territorio inizialmente virtuale, ma legata a doppio filo con la realtà di tutti giorni, fatta di gente che si sposta, indirizzi, paesi, città, in grado di stimolare rapporti e interessi che possano andare oltre la tastiera» si legge nel blog di MOC, che ha da poco comunicato la notizia alla sua attiva e dinamica community. L’operazione attuata da Fastweb rientra pienamente nelle politiche di marketing della società, da sempre impegnata a creare un forte senso di appartenenza tra i suoi clienti, offrendosi come unica vera alternativa all’ex monopolista Telecom.

Facendo interagire i suoi utenti nella community, Fastweb mira a cementare ulteriormente il suo rapporto con la clientela, sfruttando le potenzialità offerte da MOC. Il social network italiano permette, infatti, la costruzione di reti sociali a partire dall’area in cui si vive con l’intento di trapiantare la filosofia della piazza italiana nello sterminato villaggio globale. Grazie agli strumenti di geolocalizzazione sulle mappe navigabili, ogni utente ha la possibilità di segnalare non solo la presenza di nuovi contenuti, ma anche la loro provenienza geografica. La condivisione di una medesima area diviene così il principale elemento di aggregazione, destinato a creare microcommunity fortemente radicate sul territorio al di qua dello schermo.

Con la nuova collaborazione con MOC, Fastweb non mira solamente ad aumentare il numero dei propri clienti, ma anche ad accrescere il successo del suo portale. Completamente rivisto e aggiornato nel corso delle ultime settimane, il sito web ha recentemente catalizzato l’attenzione di tre milioni di utenti unici, molti dei quali potrebbero decidere di sperimentare la via italiana ai social network offerta da Opencity.