QR code per la pagina originale

Internet advertising sempre più in alto

L'Internet advertising rappresenta un fenomeno già ben consolidato e comunque in costante crescita, portando attualmente con sé un giro d'affari internazionale pari a 65 miliardi di dollari, ma che potrebbe raggiungere i 106 miliardi entro il 2011

,

L’istituto di ricerca IDC traccia una fotografia dell’online advertising e cerca di delinearne i tratti per il prossimo futuro. La pubblicità su Internet genererà un giro di affari pari a 65,2 miliardi di dollari per la fine del 2008, raccogliendo così il 10% dei soldi spesi dall’intero settore pubblicitario. Entro il 2011, tale percentuale potrebbe raggiungete il 13,6%, generando una spesa complessiva mondiale di ben 106,6 miliardi di dollari.

A dominare la scena nei prossimi anni, gli annunci legati alle parole chiave, per i quali verranno spesi più di un terzo dei soldi riservati annualmente alla pubblicità online, seguiti dagli annunci video, in grado di catturare entro il 2011 il 20% della spesa e dai cosiddetti classified ads con una percentuale vicina al 19%. Per i messaggi pubblicitari ricchi di contenuti multimediali si prospetta un futuro sempre più roseo, con una crescita prevista superiore al 50% nel periodo 2007-2011.

Saranno gli Stati Uniti a spendere la cifra più ragguardevole per i messaggi pubblicitari in generale, con un dispendio di oltre 265 miliardi nel 2011, mentre l’online advertising comporterà una spesa pari a 45 miliardi di dollari. La crescita più veloce in tale ambito sarà però rappresentata dall’Europa centrale e orientale assieme al Medio Oriente e all’Africa, con un incremento dell’Internet advertising pari al 42,1% e al 29,8% rispettivamente. L’Asia (ad esclusione del Giappone) vedrà una crescita nel periodo 2007-2011 del 25,4%.

La regione ove gli annunci pubblicitari online rappresenteranno la fetta più ampia della spesa totale dell’intero settore sarà l’Europa occidentale, in grado di catturare il 18,2% dell’intera spesa nel 2011; in Giappone e negli Stati uniti, la percentuale è del 16,3 e 14,6 percento rispettivamente. Nel 2008 verranno spesi 5 miliardi di dollari nelle quattro principali categorie di annunci: contenuti per adulti e gioco d’azzardo, informazione, elettronica e computer.