QR code per la pagina originale

Il prossimo Eee Pc avrà scheda 3G integrata

Arriva da Asus la notizia della volontà di vendere un nuovo modello del suo portatile Eee Pc che abbia di default una scheda 3G inclusa. Il pc sarebbe venduto in coppia con un piano tariffario in modo da poterne ridurre ancor di più il prezzo

,

La forza dell’Eee Pc è la connettività, lo sanno gli utenti e lo sanno i produttori, tanto che è spesso pubblicizzato in abbinamento con le chiavi USB che consentono la connessioni in mobilità alle reti 3G. Ma, evidentemente stufa delle partnership poste in essere, ora Asus integrerà una scheda 3G HSDPA nel nuovo modello pronto probabilmente già per settembre.

Gli annunci da parte della Asus si sono moltiplicati negli ultimi tempi, già a partire da quando il primo Eee Pc si è conquistato la ribalta per come è riuscito ad aprire un nuovo filone di mercato con la propria innovativa proposta low cost: dai nuovi modelli di portatili, fino ai computer fissi e all’ultimo azzardo che potrebbe essere l’Eee Monitor, un computer all-in-one da 500 dollari.

Dopo l’uscita dei portatili low cost di Asus in molti stanno cercando di colmare il gap, dunque già esistono dei portatili con scheda 3G incorporata, come ad esempio il G10IL di Elitegroup Computer System. Ma l’idea per il prossimo Eee Pc con 3G è quella di fornire l’unità anche di una tariffa dati come si fa con molti telefoni cellulari, in modo che l’abbinamento alla suddetta tariffa abbassi ancor di più il costo dell’hardware.

Al momento la compagnia offre oltre all’ormai vintage e fuori produzione Eee Pc 700, il primo della fortunata serie, anche i modelli 900 (appena arrivato da noi e dotato di schermo da 8,9 pollici) e il 901 (uguale precedente ma con processore Intel Atom). Per il futuro si attendono i modelli 904 e 905 con tastiere e chassis più ampi e un modello 1000 con schermo da 10 pollici.

La sensazione tuttavia è che all’aumentare delle caratteristiche, del comfort e del prezzo si perda la chiave del successo dell’Eee Pc snaturando quello che è stato il motivo del successo iniziale: un portatile dal costo irrisorio, collegabile ad internet in più maniere, che abbia il tempo di accensione di un telefonino e che sia veloce nel fare le operazioni di base (le ultime due caratteristiche rese possibili da un sistema operativo open source).