QR code per la pagina originale

Apple a secco di iPhone 3G

A causa dell'alta domanda riscontrata nel corso della prima settimana di vendita, Apple starebbe ormai per esaurire le scorte di iPhone 3G negli Stati Uniti. I tempi di attesa per ottenere il nuovo dispositivo potrebbero così allungarsi di molte settimane

,

Potrebbero allungarsi notevolmente nel corso delle prossime settimane i tempi di attesa per l’acquisto di un nuovo iPhone 3G. Stando alle prime informazioni sulle scorte a disposizione di Apple, infatti, sembra che il successo superiore alle aspettative del nuovo smartphone abbia accelerato la vendita dei dispositivi, superiore agli attuali ritmi di produzione. I tempi di attesa potrebbero raggiungere presto le quattro settimane nel mercato degli Stati Uniti.

Secondo Gene Munster, analista per Piper Jaffray & Co., la condizione di basse scorte per la nuova genereazione dell’iPhone potrebbe protrarsi fino a metà agosto. La stima, non molto incoraggiante, è stata calcolata sulla base degli attuali ritmi di produzione e sui margini a disposizione di Cupertino per aumentare l’entità degli ordini presso gli stabilimenti che materialmente costruiscono e assemblano i componenti del nuovo iPhone 3G. Al momento, infatti, numerosi negozi Apple e AT&T negli Stati Uniti sarebbero ormai a corto, o completamente sguarniti, dello smartphone prodotto da Cupertino in seguito all’alto numero di vendite registrato durante la prima settimana e non previsto dagli analisti della società.

Stando alle informazioni fornite dai servizi online di Apple per la verifica dei dispositivi, l’iPhone 3G è per ora disponibile in meno di un terzo dei 188 store di Cupertino disseminati sul territorio nazionale statunitense. Alcuni modelli sono però maggiormente difficoltosi da trovare. La versione da 16 Gb di colore nero risulta disponibile in appena 18 negozi Apple degli Stati Uniti, mentre il modello da 8 Gb risulta disponibile in 24 store rispetto ai 42 di mercoledì scorso. Un trend che indica chiaramente gli alti volumi di vendite dei nuovi dispositivi non accompagnati da un sufficiente flusso di nuove scorte per affrontare l’alta richiesta.

Solamente il modello bianco da 16 Gb sembra essere ancora disponibile in numerosi store di Apple. Unica alternativa alla versione nera “classica”, l’iPhone 3G bianco è ancora in vendita in oltre 40 store, pari al 24,5% di tutti i negozi Apple disponibili negli Stati Uniti.

Anche nel corso del 2007, all’indomani del lancio del primo iPhone, la società di Cupertino aveva sottostimato i volumi di vendita del suo nuovo dispositivo, incontrando così alcuni problemi nella sua rete distributiva. Secondo numerosi analisti, l’attuale mancanza di scorte sarebbe sensibilmente superiore rispetto a quella del 2007 e tale da causare non pochi problemi ad Apple, interessata a distribuire un alto numero di dispositivi sfruttando la pubblicità legata al lancio internazionale avvenuto lo scorso 11 luglio. E proprio la distribuzione in 21 paesi avrebbe comportato una maggiore dispersione delle scorte, rendendo più difficoltosa la gestione degli inventari e le previsioni legate alle vendite delle prime unità.