QR code per la pagina originale

Microsoft pronta a conquistare l’auto

Aumentano le tecnologie e diminuiscono i costi nel settore potenzialmente molto redditizio delle tecnologie per l'auto. Da Redmond arrivano novità tutte centrate sulla ricerca assieme ad un aumento dei fondi per la divisione Automobile Business Unit

,

Non c’è campo della tecnologia informatica che non veda un posizionamento Microsoft ed ora anche l’ambito dei device per le automobili è sempre più colonizzato dai prodotti MS Automotive Business Unit. Il progetto Microsoft è molto più complesso rispetto alla concorrenza e non si fa mistero di voler puntare pesantemente anche in questo contesto sulla ricerca online.

La nuova idea di Redmond si chiama infatti Live Search For Devices (LS4D), una piattaforma che consente a qualunque partner di sviluppare applicazioni per l’uso nel veicolo e che può essere aggiunta in ogni momento alle tecnologie Microsoft già installate nelle auto.

Il mercato delle auto diventa sempre più difficile da ignorare, specialmente da quando i dispositivi GPS hanno preso piede. Non a caso da Redmond arriva anche MSN Direct service per GPS, una serie di applicazioni che si interfacciano con i navigatori sia tramite porta USB sia wireless. In palio ci sono 820 milioni di veicoli in tutto il mondo, una cifra che rende preziosa anche solo una quota del 10 o 20% del totale.

La strategia Microsoft dunque è un miscuglio tra tecnologia proprietaria e apertura a terze parti. Da Redmond di sicuro viene l’hardware e in futuro tutta la suite di Microsoft Live services, la quale del resto ha già una declinazione mobile, anche se per ora il principale centro dell’attenzione di MS ABU è l’entertainment con i software per ascoltare musica e per comunicare con altri device come telefoni cellulari o lettori mp3. L’idea Microsoft, peraltro, nulla ha a che vedere con i principali prodotti dei concorrenti del settore: le altre aziende infatti si stanno concentrando più che altro sulle tecnologie più strettamente utili come i device di tracciamento del veicolo in caso di furto o apparecchi attivati da remoto che lo bloccano totalmente.

A Redmond si continua a credere nella ricerca e infatti LS4D è in grado attraverso la connessione al database Live di scaricare elenchi del telefono, pagine bianchi e commerciali: si tratta di sistemi localizzati per raggiungere facilmente i cosìddetti POI (point of interest) come cinema, ristoranti, negozi, hotel, eccetera. Il lavoro del software LS4D è quello di filtrare i risultati di una ricerca sul database Live secondo parametri diversi da quelli di altri motori sulla base di un utilizzo in un contesto automobilistico.

Al momento la tecnologia Microsoft è già presenza su modelli di Fiat, Ford e Hyundai-Kia ma l’incremento nei finanziamenti della divisione ABU del 30% lascia intendere che ci siano importanti piani di espansione.