Muoversi in un mercato volatile

La volatilità sui mercati finanziari in questi ultimi tempi ha raggiunto livelli altissimi, impensabili fino a poco tempo fa.Il nervosismo che serpeggia ha diverse cause ben precise ed è dettato dall’incertezza e dal rallentamento dell’economia soprattutto occidentale.Risulta pertanto necessario conoscere come muoversi all’interno di un mercato estremamente volatile e incerto come quello che stiamo passando

La volatilità sui mercati finanziari in questi ultimi tempi ha raggiunto livelli altissimi, impensabili fino a poco tempo fa.

Il nervosismo che serpeggia ha diverse cause ben precise ed è dettato dall’incertezza e dal rallentamento dell’economia soprattutto occidentale.

Risulta pertanto necessario conoscere come muoversi all’interno di un mercato estremamente volatile e incerto come quello che stiamo passando attualmente.

Importante è gestire l’emotività personale, non farsi prendere dal panico, se si è in possesso di titoli con forti basi fondamentali possiamo attendere che cali la volatilità, mentre se abbiamo titoli con prospettive incerte è meglio vendere e cercare titoli più sicuri.

Bisogna assolutamente puntare sulla qualità delle aziende, evitare aziende con un oneroso carico di debiti e puntare su aziende snelle e con prospettive buone per il futuro.

Non bisogna comprare ne vendere sui rumor, su notizie fugaci, infatti “il panico stana l’orso” pertanto si può assistere a performance giornaliere strepitose per poi vedere il titolo scendere bruscamente dopo qualche giorno.

Al termine di una violenta correzione le quotazioni “galleggiano” anche per alcune settimane all’interno di un canale definito, in questo periodo gli investitori stanno riflettendo sulla bontà del titolo. Al termine di questo periodo le quotazioni prendono una strada ben precisa, al rialzo o al ribasso, ed è questo il momento per entrare nel mercato.

Può essere necessario puntare sul beta. Quando si decide di rientrare nel mercato dopo una correzione al ribasso è meglio farlo su aziende con un alto beta per amplificare i profitti.

Riassumendo, muoversi in un mercato volatile è rischioso in quanto i trend non sono ben definiti, è utile attendere violente correzioni al ribasso di titoli con solidi fondamentali quindi rientrare nel mercato.

Ti potrebbe interessare
Un ricercatore rivela una nuova falla di Internet Explorer
Microsoft

Un ricercatore rivela una nuova falla di Internet Explorer

Continuano i problemi per Internet Explorer. Sono passati pochi giorni dalla scoperta della falla che ha permesso agli hacker cinesi di attaccare Google, e Microsoft ha confermato di essere a conoscenza dell’esistenza di questa falla sin da settembre 2009.Come pubblicato su Pcworld.com, una nuova falla potrebbe inavvertitamente consentire ad un hacker di leggere i file

Yahoo, cauto ottimismo e danni limitati
Business

Yahoo, cauto ottimismo e danni limitati

L’ultima trimestrale Yahoo non è ancora positiva, ma i segnali di ripresa ci sono. Sebbene le entrate siano in calo ed il Search Advertising paghi oltremodo le difficoltà del momento, le entrate nette aumentano e con Microsoft si potrà invertire il trend

Il 21 aprile verrà presentato il nuovo standard Bluetooth 3.0
Prezzi e tariffe

Il 21 aprile verrà presentato il nuovo standard Bluetooth 3.0

Circa un mese fa vi avevamo raccontato come il Bluetooth Special Interest Group, cioè l’associazione che sviluppa lo standard Bluetooth, stesse lavorando ad un progetto di unificazione tra il WiFi e il Bluetooth.Lo scopo era di arrivare a concepire uno standard unico che permettesse di usare per lo scambio di file tra device (cellulari, palmari…

HP, licenziamenti per 25.000 dipendenti
hp

HP, licenziamenti per 25.000 dipendenti

Hewlett-Packard ha annunciato piani per eliminare dalle proprie strutture organizzative circa 24.600 posti di lavoro: in termini percentuali, si tratta di una riduzione pari a oltre il 7,5% della propria forza lavoro. L’operazione sarebbe giustificata dalla realizzazione del progetto di snellimento della struttura societaria dopo l’acquisto della Electronic Data Systems, comprata per quasi 14 miliardi