QR code per la pagina originale

MTV-1, la prima TV tascabile

,

Oggi siamo abituati a riprodurre comodamente i nostri video attraverso iPod e lettori MP4 sempre più piccoli e leggeri, ma c’è stata un’epoca, neanche troppo lontana, in cui possedere una TV portatile significava trascinarsi con sé voluminosi apparecchi.

Per quanto di dimensioni decisamente superiori rispetto ai sistemi digitali odierni, MTV-1 fu, con ogni probabilità, il precursore delle moderne televisioni tascabili.

Realizzata dall’imprenditore britannico Clive Marles Sinclair, MTV-1 misurava “appena” 10 x 16 cm e uscì sul mercato nel 1978 per l’allora esorbitante cifra di 400$.

Era una micro televisione da 2 pollici, in bianco e nero, provvista di una batteria ricaricabile dall’autonomia piuttosto limitata.

Si trattò, inoltre, del primo dispositivo multistandard, in grado di supportare alternativamente entrambi i formati PAL e NTSC e dotata del più piccolo tubo catodico mai integrato su un prodotto amatoriale.

Nonostante le ottime premesse e l’innegabile influenza sui prodotti successivi, MTV-1 si dimostrò, tuttavia, un incredibile flop commerciale.

In primo luogo, l’investimento iniziale fu decisamente gravoso: la Sinclair Radionics Ltd fu finanziata dal governo Inglese, il quale sborsò 1,6 milioni di sterline per ultimare la messa a punto di MTV-1 nel 1976.

Per di più, il prezzo di lancio fu indubbiamente troppo elevato rispetto a quanto si fosse disposti a pagare per un prodotto simile.

Già a partire dal 1979, MTV-1 fu svenduta a diverse compagnie, a prezzi di liquidazione.

Ma Sinclair si riprese velocemente fondando una nuova compagnia, la Sinclair Research, e specializzandosi nella produzione di computer a basso costo.