QR code per la pagina originale

Take Two rifiuta EA, e la Borsa affonda le azioni

,

Take-Two ha dovuto sopportare per otto mesi il corteggiamento insistente di Electronic Arts, che in più tornate ha cercato di mettere le mani sulla compagnia distributrice di uno dei prodotti videoludici dell’anno, quel GTA IV che ha generato un incredibile afflusso di ricavi in seguito alle forti vendite in tutto il mondo.

Ora che la compagnia si trova, improvvisamente, sola, senza un partner potenziale con il quale negoziare una possibile vendita, l’attenzione nei confronti dei titoli societari è decisamente calata, e con essa anche la quotazione delle proprie azioni.

Pare infatti che il destino a breve termine di Take-Two sia quello di correre da sola nel mercato dei videogames, visto che nessun altro acquirente si sta affacciando all’orizzonte dopo l’abbandono di Electronic Arts.

I titoli di Take Two hanno pertanto perso oltre 5 dollari in un solo giorno, chiudendo a meno di 17 dollari, contro l’offerta di 26 dollari proposta da Electronic Arts.

Noi crediamo che la vicenda Electronic Arts – Take Two, in realtà, non sia ancora conclusa, e che, magari solo informalmente, EA potrebbe tornare presto alla carica per sondare un eventuale cambiamento di rotta dei vertici di T2.