QR code per la pagina originale

Alcuni consigli per migliorare l’efficienza del finder

,

Mac OS X è indubbiamente uno dei sistemi più semplici da usare… anche se avete appena acquistato un Mac, basta accenderlo tutto funziona, niente da configurare, tutto è al posto giusto per semplificarci la vita.

Questo non esclude, però, che il sistema possa essere ulteriormente plasmato, per soddisfare le nostre esigenze, migliorandone l’efficienza. Ecco dunque alcuni accorgimenti consigli che riguardano principalmente il Finder che probabilmente saranno poco noti a chi proviene dal mondo Windows, ma che potrebbero essere sfuggiti anche ad alcuni Mac-user di lunga data.

Incominciamo dal Dock: sapete che oltre alle applicazioni può contenere anche cartelle? Basta trascinare quella di interesse nella parte destra del dock, dopo il separatore… et voilà con un solo click si ha a disposizione, in ordine alfabetico, un menù che permette di accedere ad ogni elemento contenuto nella cartella. Pensate alla comodità di avere nel dock la cartella Applicazioni: non è male, vero?

Mac OS X fa ampio utilizzo delle scorciatoie da tastiera; il mio consiglio, quindi, è di cominciare a memorizzarne qualcuna di quelle che possono tornare più utili; tra queste:

  1. Command-M minimizza la finestra attiva nel dock;
  2. Command-Shift-A porta alla cartella Applicazioni;
  3. Command-Shift-G permette di inserire il percorso della cartella che volete aprire;
  4. ecc.

Scoprite le scorciatoie da tastiera (sono indicate nei vari menù di ogni applicazione o consultate la pagina di supporto di Apple) o createne nuove (tramite Preferenze di sistema, nella sezione tastiera) non potrete più farne a meno.

Infine, personalizzate le finestre del Finder. Se ci sono delle applicazioni che utilizzate molto spesso, potreste pensare di mantenere un collegamento alle stesse nella sidebar (la sezione sinistra della finestra) in modo da trascinarci sopra i documenti da aprire; è anche possibile personalizzare la barra degli strumenti (sezione in alto della finestra) aggiungendo nuovi pulsanti (Control-click e scegliere “personalizza barra degli strumenti”) o se vi fa comodo, inserendo il collegamento ad una o più cartelle a cui accedete più spesso (in questo caso è sufficiente trascinare la cartella stessa sulla barra e attendere un paio di secondi).

È ovvio che questi consigli non sono esaustivi: vogliono più che altro essere una segnalazione di alcune possibili personalizzazioni del nostro sistema operativo e magari uno spunto per la ricerca di qualche tip interessante che, speriamo, vorrete tornare a condividere con noi.