QR code per la pagina originale

Anche Toshiba entra nel mercato dei netbook

,

Toshiba, una delle maggiori aziende produttrici di notebook, ha deciso di entrare nel dinamico mercato dei subnotebook, presentando il suo NB100.

Purtroppo, dal punto di vista delle caratteristiche hardware, anche il modello di Toshiba non presenta sostanziali differenze da quelli della concorrenza.

Troviamo, infatti, il solito Intel Atom N270 da 1,6 GHz abbinato al chipset 945GSE, un display da 8,9 pollici con risoluzione 1024×600 pixel e un massimo di 1 GB di memoria DDR2.

Microsoft ha ultimamente “alleggerito” i vincoli hardware per la licenza di Windows XP Home; quindi nel netbook Toshiba trova posto un disco rigido a piatti magnetici con una capacità di 120 GB, invece del più comune 80 GB. Prevista comunque la possibilità di scegliere anche Ubuntu Netbook Remix, come sistema operativo alternativo.

La dotazione hardware è completata dalla presenza di 3 porte USB 2.0, lettore memory card SD/MMC, uscita VGA, Ethernet 10/100 Mbps, WiFi 802.11b/g e un modulo Bluetooth 2.1. Secondo Toshiba, l’autonomia dovrebbe attestarsi in circa 4 ore di funzionamento.

I diversi subnotebook presenti sul mercato si differenziano principalmente per l’aspetto estetico. Lo chassis dell’NB100 è previsto quindi in 3 differenti colorazioni: cosmic black (nero), bright silver (argento) e champagne gold (oro).

La disponibilità per l’Italia non è stata ancora confermata, ma sul mercato inglese sarà presentato nel corso del mese prossimo ad un prezzo di circa 260 sterline.