QR code per la pagina originale

Guida allo streaming musicale, parte II: Exact Audio Copy, software di estrazione

,

Exact Audio Copy è il programma freeware di estrazione audio più completo che abbia provato. È preferibile a CDex per la completezza di opzioni che prevede, anche se quest’ultimo è sicuramente più intuitivo da usare.

Il codec FLAC è incluso nel pacchetto standard di EAC e verrà installato di default a meno che non si decida altrimenti. Anche il codec FLAC è libero, e questo è altrettanto importante per trovarne il supporto in alcuni tra i migliori dispositivi di streaming musicale sul mercato, compreso il Sonos Digital Music System e la serie Squeezebox e Transporter di Logitech.

Al contrario, trovare il supporto a FLAC su lettori di musica digitale portatili è un po’ più difficile

Accettate la procedura guidata di installazione lasciando le scelte predefinite facendo click sul pulsante Avanti, quindi consentite al programma di testare la funzionalità dell’unità CD-ROM. Non c’è bisogno di prendere alcuna decisione fino a quando la procedura guidata non raggiungerà il passo in cui si necessita la scelta dell’encoder, a quel punto selezioniamo FLAC.

Per cercare di estrarre le traccie con la maggior accuratezza audio possibile, ci viene in aiuto un plugin dal nome AccurateRip: EAC abiliterà questo software di default. Ogni volta che si estrarrà una traccia da un CD, AccurateRip comparerà questa con un DataBase online, contenente i risultati ottenuti da altri utenti nell’estrarre quella traccia e ne farà un report in cui potremo valutare quanto è stata accurata l’estrazione.

Exact Audio Copy ha una varietà di opzioni per raggiungere risultati accurati; alcuni di questi strumenti sono nativi al programma, altri sono plugin creati da terze parti, come AccurateRip.

Alcuni di questi possono aiutare a raggiungere un buon risultato qualitativo anche da CD non proprio perfetti. Non volendo essere questa una guida a tutte le opzioni di EAC, cito solo quelle cui raccomando di modificare i valori di default.

Fare click sul menu Opzioni di EAC e togliere la spunta da No use of null samples for CRC calculations. Questa scelta porterà a risultati più accurati e alla compatibilità con un più alto numero di lettori digitali. Cambiamo quindi i valori di “Extraction and compression priority” e “Error recovery quality” settandoli ad High. Questo potrebbe rallentare il processo di estrazione ma produrrà risultati qualitativamente migliori.

Cliccate ora sul tab General, quindi su “On unknown CDs”, e si scelga l’opzione che automaticamente accede al database Freedb. Lasciate tutti gli altri valori al valore di default e scegliete il tab Filename; qui è dove potrete decidere come organizzare i file estratti sul vostro hard disk. Digitate i seguenti caratteri nel campo “‘Naming schemÈ”: %A%C%N (%T

Ora spostiamoci sul campo “‘Use various artist naming schemÈ” e digitate i seguenti caratteri: AAVV%C%N) %A %T

Le istruzioni impartite nei primi due passi creerà un directory strutturata nella quale ogni artista avrà quella a lui dedicata con delle sotto directory per ogni album (le compilation e le colonne sonore saranno messe in una sotto directory il cui nome è ‘AAVV’). Click sul tab Directories e si digiti il nome della cartella nella quale mettere le tracce estratte dai CD (My Music, ad esempio).

E anche il secondo passo è fatto, la prossima parte riguarderà i dispositivi di streaming.