BitTorrent Inc. ad una svolta

Non è un buon momento per BitTorrent Inc, costretta a rivedere profondamente la sua struttura e il suo operare. Nuovi licenziamenti in vista, esce di scena il CEO Doug Walker e ci si prepara alla chiusura del BitTorrent Entertainment Network

Il protocollo BitTorrent, open source e ottimizzato per distribuire contenuti multimediali attraverso la grande rete, gode a tutt’oggi di grande fama, veicolando attraverso i suoi bit circa la metà del traffico Internet. Eppure, BitTorrent Inc, l’azienda creata da Bram Cohen e ideatrice del protocollo, non sembra attraversare un buon periodo e si vede costretta a rivedere profondamente la sua struttura e il suo operare: cambio al vertice, con l’uscita di scena (apparentemente immotivata) del CEO Doug Walker (sostituito prontamente dal CTO Eric Klinker), nuovi licenziamenti in vista e l’annunciata chiusura del BitTorrent Entertainment Network.

Secondo quanto riportato dal The Wall Street Journal, persone vicine alla compagnia hanno riportato una nuova imminente ondata di licenziamenti, con il conseguente dimezzamento dello staff di BitTorrent; una prima serie di licenziamenti era infatti avvenuta nel mese di agosto, con un taglio del 20% del personale. Klinker, nuovo CEO della società, ha lavorato all’interno di BitTorrent come chief technology officer sin dal 2007, apportando numerose innovazioni tecniche utili allo sviluppo del Delivery Network Accelerator (DNA), servizio in grado di rendere più efficiente lo scambio di file multimediali. Come nuovo chief executive officer, Klinker intende spingere l’adozione della tecnologia BitTorrent e aumentare le opportunità di crescita per la società, creando attorno ad essa un robusto ecosistema di partner, comprendenti produttori di hardware, software, operatori del network e gli stesso clienti.

Secondo il giornale americano, si assisterà presto alla chiusura del BitTorrent Entertainment Network, portale nato con l’intendo di offrire un negozio online di media digitali, alla stregua del famosissimo iTunes, ma che, a differenza di quest’ultimo, non ha saputo catturare l’attenzione del pubblico. Non sono ancora chiari i motivi che hanno spinto Doug Walker a lasciare la sua carica all’interno della società; curiosamente, però, il fatto è avvenuto proprio pochi giorni dopo aver annunciato l’intenzione di intraprendere una nuova avventura imprenditoriale con il co-fondatore di YouTube Steve Chen.

Ti potrebbe interessare