Motorola chiuderà la divisione di distribuzione in India

Nel bel mezzo del calo delle vendite e della crescente concorrenza nel mondo, dovuto alla rapida moltiplicazione delle società di telefonia mobile e alla recente crisi globale, Motorola che si trova di fronte ad un calo crescente delle vendite, ha così deciso di chiudere la sua divisione di distribuzione in India. Al momento sono solo

Nel bel mezzo del calo delle vendite e della crescente concorrenza nel mondo, dovuto alla rapida moltiplicazione delle società di telefonia mobile e alla recente crisi globale, Motorola che si trova di fronte ad un calo crescente delle vendite, ha così deciso di chiudere la sua divisione di distribuzione in India.

Al momento sono solo 150 i dipendenti che sono stati informati della decisione presa dall’azienda riguardo al loro posto di lavoro, anche se non si sa quale sia il numero totale degli occupati presso la divisione prossima alla chiusura.

Le fonti del gruppo hanno affermato che i licenziamenti, al momento, si sono limitati a poche persone del segmento della distribuzione, ma che potrebbero presto estendersi anche ad altre divisioni in India, tra le quali potrebbe esserci quella della “ricerca e sviluppo“.

Questi lavoratori sono stati proposti per l’assunzione da Motorola ad altre società che svolgono la stessa attività del gruppo e si apprende che alcuni lavoratori avranno colloqui con queste aziende già all’inizio della settimana.

Si resta sorpresi e attoniti di fronte al deteriorarsi delle condizioni della società, quando si pensa che solo nell’agosto del 2005, Motorola aveva riconosciuto l’India come la sede per un mercato ad alta crescita, investendo grandi risorse in campagne di marketing e nell’espansione della distribuzione tramite partner.

Si è appreso che Motorola ha provveduto al taglio di 4.000 posti di lavoro nella divisione di telefonia mobile in tutto il mondo, che si vanno ad aggiungere ai 6.700 già tagliati nel 2008.

La compagnia ha perso il secondo posto nel mercato globale della telefonia mobile nei confronti di Samsung. Nel quarto trimestre 2008 ha registrato vendite per 19 milioni di unità, in calo da 25,4 milioni del trimestre precedente. L’importo corrispondente per il 2007 era stato di 40,9 milioni.

Ti potrebbe interessare
Vodafone, banda larga a 60 comuni in 60 giorni
Prezzi e tariffe

Vodafone, banda larga a 60 comuni in 60 giorni

Continua a pieno regime il progetto “1000 comuni” di Vodafone. Questa iniziativa, di cui abbiamo spesso parlato, si pone l’ambizioso obbiettivo di coprire con la rete 3G di Vodafone 1 comune al giorno, per un totale di 1000 comuni in 1000 giorni ed offrire a questi territori, prima digital divisi, almeno una connessione mobile da

GeForce GTX 480 e 470: le prime GPU DirectX 11 di nVidia
fermi nvidia

GeForce GTX 480 e 470: le prime GPU DirectX 11 di nVidia

Alle ore 18:00 di Boston (le 24:00 in Italia) del 26 marzo, nVidia ha presentato le sue prime schede video compatibili con le librerie DirectX 11 GeForce GTX 480 e 470, che rappresentano le soluzioni di fascia alta basate sull’architettura Fermi. Per una descrizione dettagliata del chip GF100, vi rimandiamo al precedente articolo pubblicato due

Televisione al Cubo
Gadget e Device

Televisione al Cubo

Telecom Italia sta tentando di aggiungere una terza dimensione all’esperienza televisiva: non solo digitale terrestre, non solo media personali, ma anche tutto ciò che la Rete può aggiungere tramite YouTube, WebTv ed altro ancora. Ecco il Cubo, a 199 euro

Assoprovider, confermati i vertici
Web e Social

Assoprovider, confermati i vertici

L’assemblea generale di Assoprovider conferma in massa il direttivo della nota associazione. I nomi confermati sono nella fattispecie Matteo Fici (Presidente), Gianbattista Frontera (Vicepresidente) ed Ermanno Colazzo (tesoriere): nominati Consiglieri Davide Repetto, Dino Bortolotto, Alberto Zuin, Renato Romano, Paolo Di Francesco e Francesco Mazzola. Il comunicato esprime inoltre un ringraziamento speciale al consigliere uscente Marco