Trimestre d’oro per Apple anche senza Steve Jobs

I risultati ufficializzati da Apple circa l’andamento finanziario del primo trimestre 2009 sono più che incoraggianti.In un periodo non certo felice per l’economia mondiale, l’azienda di Cupertino fa registrare vendite al di là delle sue più rosee aspettative, forte di prodotti che resistono bene sul mercato nonostante l’agguerrita concorrenza e la bassa disponibilità degli acquirenti

I risultati ufficializzati da Apple circa l’andamento finanziario del primo trimestre 2009 sono più che incoraggianti.

In un periodo non certo felice per l’economia mondiale, l’azienda di Cupertino fa registrare vendite al di là delle sue più rosee aspettative, forte di prodotti che resistono bene sul mercato nonostante l’agguerrita concorrenza e la bassa disponibilità degli acquirenti nel mettere mano al portafogli.

Neanche a dirlo, il dispositivo che più di ogni altro trascina la volata è sempre quello: l’iPhone 3G.

Le vendite del melafonino, nei primi tre mesi dell’anno, hanno toccato i 3,79 milioni di unità, contro i 3,3 previsti; 11 milioni di iPod commercializzati, contro i 10 milioni messi in conto.

In calo invece i Mac, con 2,22 milioni di dispositivi, il 3% in meno rispetto al medesimo lasso di tempo dello scorso anno.

Parlando in termini di denaro, le entrate si sono stabilizzate su 1,21 miliardi di dollari, il 15% in più di quanto fatto registrare nello stesso periodo del 2008, con entrate complessive lievitate da 7,51 a 8,16 miliardi.

A preoccupare gli investitori sembra però essere sempre lo stato di salute di Steve Jobs, numero uno dell’azienda fuori dai giochi dallo scorso febbraio.

Mentre si avvicina il momento annunciato per il suo ritorno, fissato in giugno, Apple continua a rispondere in modo diplomatico (e poco chiaro) quando interpellata a tal proposito, deviando l’attenzione dei media sulle altre forze impegnate nei futuri progetti.

Ti potrebbe interessare
Autovelox segnalati con Trapster
Google

Autovelox segnalati con Trapster

Molti dei navigatori satellitari oggi in commercio offrono la possibilità di visualizzare la lista degli autovelox presenti sulla rete stradale. Generalmente però non vengono considerate le postazioni mobili, piazzate per un controllo estemporaneo in una determinata tratta.Trapster cerca di colmare proprio questa lacuna, affidandosi al crowdsourcing per la segnalazione di queste postazioni, e ad un

Facebook arriva in Parlamento
Web e Social

Facebook arriva in Parlamento

In questi giorni, oltre a questioni di ordine politico, economico e legislativo, nel nostro Parlamento si discute anche di social network in seguito a quanto accaduto a Matteo Salvini, 35enne deputato milanese che nei giorni scorsi si è visto chiudere il proprio account su Facebook senza ricevere in merito alcuna plausibile motivazione.Del caso si è

Repubblica@scuola: dare un servizio per vincolare al prodotto
Web e Social

[email protected]: dare un servizio per vincolare al prodotto

Repubblica.it ha lanciato una nuova iniziativa denominata “[email protected]” (vedi scuola.repubblica.it): gli Istituti che vorranno approfittarne potranno avere un “sito realizzato con il coordinamento dei docenti”, l’accesso quotidiano online ai contenuti della versione cartacea del giornale e una pagina Web personale per ogni studente.Tra gli incentivi alla partecipazione, un “Campionato nazionale” e la pubblicazione sul sito

Irlanda: le Major chiedono soldi ai bambini
Prezzi e tariffe

Irlanda: le Major chiedono soldi ai bambini

Non è un film dell’orrore quello al quale stiamo assistendo. In Irlanda, una società reclutata dall’industria cinematografica ha iniziato la raccolta di denaro negli asili del Paese.La somma annuale che ogni bambino dovrà versare ammonta a 10 euro e servirà per il pagamento dei diritti digitali relativi ai DVD che i bambini guarderanno durante il

Save the Internet
Imaging

Save the Internet

Per non dimenticare che esiste questo sito a cui fare riferimento per difendere uno dei più grandi valori della rete: la neutralità.

Un MacBook in fiamme!
Apple

Un MacBook in fiamme!

Questa segnalazione avrei preferito non darla e spero che sia l’ultima di questo tipo.Purtroppo è apparsa su MacRumors la brutta notizia di un MacBook andato a fuoco mentre era alimentato ma in stand-by. Dai primi rilevamenti sembra che la colpa sia da attribuire alla batteria.Fortunatamente il proprietario non era al computer quando la batteria ha

Sono gli HP i computer più venduti al mondo
Gadget e Device

Sono gli HP i computer più venduti al mondo

Sono per la prima volta gli HP i computer più venduti al mondo: Dell perde la prima posizione dopo un periodo di relativa difficoltà, pur conservando pesantemente la leadership negli Stati Uniti. Seguono Lenovo, Acer e Toshiba. Apple al 5.8% negli States