Bioecolab: nuovi seminari

Proseguono gli incontri tecnici dei cicli di seminari dal titolo “Materiali e Tecniche Applicative” e “Servizi e Tecnologie per la Home e la Building Automation”, organizzati da ProMo–Bioecolab, e di cui vi avevamo parlato in un precedente post.Il primo si è tenuto il 22 aprile e non abbiamo fatto in tempo a segnalarlo su queste

Proseguono gli incontri tecnici dei cicli di seminari dal titolo “Materiali e Tecniche Applicative” e “Servizi e Tecnologie per la Home e la Building Automation”, organizzati da ProMoBioecolab, e di cui vi avevamo parlato in un precedente post.

Il primo si è tenuto il 22 aprile e non abbiamo fatto in tempo a segnalarlo su queste pagine: trattava dei sistemi radianti per riscaldamento e raffreddamento. Quello che si terrà il 6 maggio riguarderà la copertura a verde e l’involucro di facciata. Prima di dare un’occhiata più nello specifico agli argomenti ricordiamo che questi seminari sono gratuiti e aperti a tutti (ore 15,00 – 18,00).

22 aprile
Nel corso del seminario sono state presentate e approfondite le nuove frontiere tecnologiche e costruttive dei sistemi radianti, non solo per il riscaldamento, ma anche per il raffreddamento, esaminando le applicazioni di pannelli posizionabili sia a parete sia a soffitto.

06 maggio
Il seminario focalizzerà l’attenzione sulla naturalizzazione delle coperture e delle facciate degli edifici. Si analizzeranno criteri e caratteristiche tecniche per una corretta progettazione in rispondenza alla UNI EN 11235 (norma che definisce appunto le regole di progettazione, esecuzione, manutenzione e controllo di coperture a verde). Si esploreranno caratteristiche tecniche e vantaggi che questa tecnologia offre come la diminuzione dell’inquinamento acustico, l’abbattimento delle polveri, il rallentamento del deflusso delle acque meteoriche e il ritardo della propagazione del fuoco in caso di incendio.

La seconda parte del seminario verterà su approfondimenti sulla prestazione dei materiali utilizzati con questa tecnica e la loro posa in opera e, inoltre, verranno presentati vari casi di progettazione del verde.

Ti potrebbe interessare
T-Mobile G1, ecco il primo “Android”
Android

T-Mobile G1, ecco il primo “Android”

Tempi duri per l’iPhone? Stando a quanto si può vedere dai primi video messi in circolazione da Google che illustrano le potenzialità del sistema operativo Android applicato a quello che dovrebbe essere il primo telefonino in commercio (il g1 di T-Mobile) potrebbe essere proprio così.Alcuni servizi targati Google sono, come si vede nel video, già