QR code per la pagina originale

Il mobile advertising non conosce crisi

Entro la fine del 2009 il comparto dell'advertising per il web in mobilità negli Stati Uniti dovrebbe crescere del 36% rispetto allo scorso anno. Anche in Italia il bacino di utenti che accedono alla Rete da dispositivo mobile continua a crescere

,

La crisi economica non arresta la costante crescita dell’advertising legato al Web in mobilità. Secondo le ultime proiezioni, negli Stati Uniti il comparto della pubblicità mobile crescerà del 36% durante l’anno in corso, passando dai 169 milioni di dollari del 2008 a circa 229 milioni di dollari entro la fine del 2009. Il dato previsto è di poco al di sotto delle precedenti previsioni e dimostra come il difficile momento per l’economia statunitense abbia solamente rallentato l’ascesa dell’advertising mobile, senza comportare forti discontinuità nei trend di crescita.

Stando ai dati forniti dagli esperti di Interpublic’s Magna [pdf], nel corso dei primi mesi del 2010 l’intero comparto dovrebbe ridestarsi rapidamente dalla crisi conquistando nuovi spazi e opportunità. La rimonta sarà resa possibile dal previsto aumento di utenti interessati ad accedere al Web in mobilità. Le rilevazioni statistiche sull’ultimo anno dimostrano infatti chiaramente come gli individui che settimanalmente accedono alla Rete con soluzioni mobili siano sensibilmente aumentanti passando dagli 11 milioni del gennaio 2008 ai circa 22 milioni del medesimo periodo del 2009. Il trend è ulteriormente confermato dalla crescita del numero di utenti che navigano in mobilità almeno una volta al mese, passati in un anno da 37 a 63 milioni.

La progressiva diffusione degli smartphone, ideali per consultare il Web in mobilità, ha sensibilmente contribuito all’aumento del bacino di utenti per il mobile advertising. I nuovi dispositivi touch screen, realizzati sulla scia del successo dell’iPhone, offrono una vasta gamma di funzionalità e una interfaccia molto intuitiva per navigare online, particolari sempre più ricercati anche dagli utenti meno esperti. «L’iPhone di Apple e l’App Store rappresentano un elemento di crescita [per il mobile adversing, ndr] sotto diversi punti di vista. Il primo è legato all’accresciuto interesse da parte dei consumatori, degli esperti di marketing e degli operatori telefonici per il prodotto in sé, che si traduce in una crescita esponenziale dei livelli di consumo dei dati e del web mobile. Inoltre, la presenza di un ecosistema endemico composto da sviluppatori di software e consumatori in grado di compiere “cicli chiusi” di marketing porta alla necessità di creare nuove soluzioni per il marketing all’interno della piattaforma» si legge nel report da poco rilasciato da Interpublic’s Magna.

L’advertising legato al web mobile potrebbe conoscere presto un periodo di forte crescita anche in Italia. Stando a una recente ricerca realizzata da Nielsen, nel corso del primo trimestre del 2009 circa il 13% degli utenti si è connesso a Internet attraverso un telefono cellulare almeno una volta al mese. Ciò significa che nel nostro paese sei milioni di persone utilizzano ormai con regolarità i dispositivi mobili per accedere alla Rete, un bacino considerevole per la pubblcità online. Secondo la società di rilevazione, un utente italiano effettua una media di dieci visite mensili online da dispositivo mobile per un tempo complessivo pari a circa 11 minuti.

I portali risultano essere le mete privilegiate dei navigatori in mobilità, come spiega Ombretta Capodaglio, marketing manager di Nielsen Online: «Rispetto agli accessi a internet via pc emerge il successo dei siti che forniscono informazioni di necessità contingente, come il meteo, le mappe, o i siti per conoscere i risultati degli eventi sportivi, mentre in entrambi i casi figurano nella top 10 i portali, le email, i motori di ricerca e le news». Con 20 visite su base mensile per utente, la consultazione delle email si colloca tra le attività più frequenti realizzate in linea dai navigatori in mobilità. Infine, il 14% circa dei navigatori di internet mobile utilizza il proprio telefono cellulare per accedere ai social network. Facebook risulta essere il network sociale più utilizzato (80%) con una media di 21 visite al mese per una durata di circa 17 minuti per ogni sessione.