QR code per la pagina originale

Ufc 2009 Undisputed: analisi della Career Mode

Come creare un campione dal nulla nel nuovo titolo sulle MMA!

,

UFC 2009 Undisputed non sarà un semplice picchiaduro. Ad arricchire il gioco, previsto per Xbox 360 e PS3, saranno infatti numerosi elementi capaci di coinvolgere i giocatori a un livello più profondo, e volti soprattutto a ricreare l’atmosfera tipica del mondo delle MMA.

Uno di tali elementi è senz’altro la cosiddetta Career Mode, nella quale si potrà creare letteralmente dal nulla un proprio atleta, cercando di condurlo passo per passo verso l’Olimpo dei combattenti.

In una primissima fase, si dovranno scegliere gli aspetti più elementari del proprio atleta, come l’altezza e il peso. Di qui si determinerà automaticamente la classe di peso di appartenenza, che resterà immutata per tutta la carriera (come dire che, a quanto pare, non sono previste meccaniche di controllo del peso). A questo punto si passerà ai dettagli del volto, dei capelli e di eventuali tatuaggi, per poi concludere con la scelta del nome e le origini del proprio atleta.

Importante sarà poi la selezione dello stile di lotta e delle tecniche, cosa fondamentale per imparare in seguito a gestire le reali capacità di combattimento una volta sul ring.

Una volta creato l’atleta, lo si farà combattere in una semplice palestra, per ricevere quindi qualche consiglio su come gestire la propria carriera nella UFC: da questo momento in poi si dovrà fare costantemente riferimento al calendario e alle e-mail, visto che la componente gestionale del gioco si rivelerà la colonna portante di tutto il futuro del potenziale campione. Occorrerà allora stabilire allenamenti, date per gli incontri, accordi con gli sponsor e molto altro ancora.

Gli allenamenti, in modo particolare, potranno essere condotti in varie maniere: da un semplice menù si potrà decidere quale genere di esercizio svolgere, ma non sono previsti i classici minigiochi di sollevamento pesi o corsa. Piuttosto, ogni giocatore dovrà stabilire l’intensità dell’allenamento, sulla base della quale le caratteristiche fisiche e le prestazioni aumenteranno a poco a poco. Man mano che si avanzerà nella carriera, si potranno ottenere attrezzature più avanzate, per migliorare le condizioni di training. L’importante sarà non esagerare, o si correrà di arrivare agli incontri successivi totalmente privi di energie

Altri momenti importanti saranno lo sparring, fondamentale per apprendere correttamente ogni tecnica disponibile, e l’ammissione all’UFC Camp, dove si potranno imparare nuove mosse e migliorare quelle già disponibili.

Come nel mondo reale, gli atleti dovranno imparare a gestire allenamenti e fasi di riposo in modo equilibrato, cercando di trovare anche il tempo per eventi legati alla loro popolarità, come sedute fotografiche e consegne di autografi. Ogni cosa sarà organizzata per mezzo di scambi di e-mail con Joe Silva e Dana White, personaggi noti nell’ambiente della UFC, proprio come accadrebbe con dei veri manager.