QR code per la pagina originale

Assintel: l’IT italiano è in forte calo nel 2009

,

Il report periodico di Assintel, Associazione Nazionale Imprese ICT (Confcommercio), contiene delle analisi che dovrebbero far sorgere preoccupazione per il mercato IT del nostro Paese, costantemente in calo e con delle previsioni non rosee per i prossimi mesi.

Secondo l’analisi, solo a partire dal prossimo anno il mercato informatico e tecnologico italiano vedrà nuovi segnali di ripresa. Nel 2009, infatti, una flessione del -3,7% è riuscita a riportare il mercato ai livelli di tre anni fa, quando ancora questo tipo di business era poco sviluppato.

La crescita in questo settore, che per il nostro Paese sembrava inarrestabile (dimostrata dal +2% dell’anno scorso), adesso è frenata dalla crisi economica, che ha visto, negli ultimi mesi, moltissimi tagli alle aziende e alla produzione.

Ci si chiede anche se tutto questo è dovuto a una pausa momentanea della richiesta di prodotti di questo tipo o se si tratta di un crollo definitivo della domanda. E se questo è negativo per le grandi imprese, sarà sicuramente disastroso nella seconda metà dell’anno per le piccole aziende, che sentiranno molto la flessione.

Alfredo Gatti di Nextvalue, che si è occupato di curare lo studio, auspica che le società prendano in seria considerazione questo problema e attuino immediatamente delle linee difensive adeguate, per evitare di far crollare irrimediabilmente tutto in poco tempo.

In particolare, sono stati i software di sistema e i gestionali, con i relativi servizi di manutenzione e assistenza, a subire un forte calo negli ultimi mesi. Il tutto si ripercuote con gravi conseguenze su tutti i settori e le aziende importanti, dalle banche ai trasporti, dalle assicurazioni alle amministrazioni, dal commercio ai media.