QR code per la pagina originale

Google brevetta la sua home page

Stando alle prime informazioni, Google avrebbe da poco ottenuto il via libera dallo US Patent and Trademark Office per brevettare la propria pagina di ricerca "classica". La novità potrebbe avere non poche ripercussioni online

,

È tra le pagine più viste ogni giorno sul Web e ora ha conquistato un proprio brevetto. Dopo quasi cinque anni di attesa, sembra che Google abbia infine ottenuto dallo US Patent and Trademark Office un riconoscimento ufficiale per la propria pagina di ricerca “classica”, che sarà dunque protetta dalle leggi che normano l’utilizzo dei beni brevettati. Un importante passo in avanti per la società di Mountain View che potrebbe ora condizionare le pagine di ricerca pubblicate online dai suoi numerosi concorrenti.

A rivelare l’avvenuta registrazione del brevetto è stato il sito di informazione online Gawker, che ha anche pubblicato alcuni estratti del documento da poco approvato dall’ufficio brevetti statunitense. Circa tre anni fa, il medesimo ufficio approvò la documentazione fornita da Google nel 2004 per brevettare la propria pagina dei risultati. Tra i documenti presentati spiccava anche una richiesta di brevetto per l’home page del famoso motore di ricerca, domanda per la quale fu istituita una pratica a parte che ha infine richiesto quasi cinque anni per essere completamente evasa.

brevetto home page google

Nel documento fornito allo US Patent and Trademark Office, Google definisce così il proprio brevetto: «Graphical user interface for a display screen of a communication terminal». Tra le pagine della documentazione fornita si distingue un foglio sul quale è riprodotta la famosa pagina di Google comprendente il logo della società e la casella di ricerca con i due tasti “Search” e “I’m Feeling Lucky”. Il marchio Google è tratteggiato poiché non costituisce parte integrante della richiesta per il brevetto.