QR code per la pagina originale

UK, T-Mobile e Orange verso la fusione

Deutsche Telekom e France Telecom hanno confermato l'intenzione di fondere in un unico soggetto le loro due controllate britanniche T-Mobile UK e Orange UK. La dichiarazione di intenti pone fine alle numerose voci sulla possibile cessione di T-Mobile

,

Deutsche Telekom e France Telecom uniranno le loro forze per intensificare la loro presenza in Gran Bretagna. La conferma è giunta direttamente dal colosso tedesco delle telecomunicazioni e arresta il moltiplicarsi di voci e indiscrezioni intorno al destino di T-Mobile UK, la controllata della società di Bonn colpita da un sensibile calo dei profitti. Deutsche Telekom e France Telecom hanno già avviato i primi confronti per verificare l’effettiva possibilità di fondere i loro asset britannici.

Le due società sono entrambe presenti sul mercato della Gran Bretagna con le loro due controllate, T-Mobile UK e Orange UK, che potrebbero essere unite per dar vita a un unico soggetto dalle maggiori potenzialità e contraddistinto da un più ampio bacino di utenti. Il nuovo soggetto potrebbe infatti far affidamento su 28,4 milioni di utenti circa, con una quota di mercato pari al 37%. Una condizione che renderebbe la nuova entità il primo operatore mobile nell’agguerrito mercato britannico, a discapito di Vodafone e Telefonica che negli ultimi giorni avevano avviato alcuni contatti con il gruppo tedesco per procedere all’acquisto di T-Mobile UK.

Stando alle indiscrezioni di stampa circolate nel corso degli ultimi giorni, per la divisione britannica di Deutsche Telekom erano stati offerti circa 4 miliardi di Euro da parte di Vodafone e Telefonica. Un’offerta ritenuta poco vantaggiosa dai responsabili della società di Bonn, stretti dalla necessità di ottenere maggiore liquidità dalla cessione di un asset così importante. L’entità dell’offerta era commisurata all’attuale valore di T-Mobile UK, in flessione a causa di alcune scelte industriali e commerciali poco felici, ma secondo il CEO di Deutsche Telekom sottostimava l’effettivo valore della controllata britannica.

L’accordo preliminare tra le due società attive nelle telecomunicazioni sarà ora sottoposto al vaglio dei rispettivi consigli di amministrazione e delle autorità antitrust. Ottenuto il via libera, un contratto definitivo potrebbe essere sottoscritto da Deutsche Telekom e France Telecom già nel corso del mese di ottobre. Le due società sarebbero intenzionate a mantenere, almeno inizialmente, i brand T-Mobile UK e Orange UK separati per ragioni di marketing e per non complicare l’approccio con la clientela. La joint venture dovrebbe inoltre investire entro il 2014 una cifra compresa tra i 680 e i 900 milioni di Euro per unificare e ottimizzare il network e la rete distributiva. A pieno regime, la fusione dovrebbe consentire un risparmio intorno ai 4 miliardi di Euro.

L’avvio delle trattavie con France Telecom sembra dunque porre fine alle numerose indiscrezioni susseguitesi nel corso degli ultimi mesi su una possibile cessione di T-Mobile UK. Secondo numerosi analisti, infatti, il gruppo di Bonn avrebbe potuto cedere la controllata in difficoltà per concentrarsi maggiormente sul mercato statunitense, rilanciando la propria presenza attraverso T-Mobile USA. La scelta della dirigenza tedesca si sta, invece, rivelando più cauta e tesa a non abbandonare un mercato dalle buone potenzialità come quello britannico.