Ray Muzyka discute sul futuro degli RPG single player

Di stampo classico ma con estensioni online, secondo il leader di BioWare

In un’intervista apparsa su IncGamers, Ray Muzyka di BioWare ha espresso la sua opinione sull’evoluzione del gioco di ruolo in single player e sul futuro di questo genere.

Secondo Muzyka il futuro del gioco di ruolo in single player sarebbe da considerarsi luminoso e raggiante, anche se sarà inevitabile un’estensione online di tale genere, possibilmente con nuovi contenuti scaricabili ufficiali, come avviene oggi, oppure generati dagli utenti, o ancora, con collegamenti sempre più diretti con i social network.

Un accenno di tale evoluzione sarebbe già presente in Dragon Age: Origins. Il gioco è un classico RPG per giocatore singolo, molto amato dai veri intenditori del gioco di ruolo. Eppure, per quanto classico, Dragon Age: Origins ha aperto le porte ad un nuovo approccio al genere, con l’integrazione del social network di BioWare in cui gli utenti scambiano informazioni sui personaggi e condividono le conseguenze delle loro scelte operate nel gioco.

Altro passo importante verso questa evoluzione è rappresentato dall’introduzione di un sorprendente toolset, distribuito gratuitamente da BioWare per le versioni PC di Dragon Age: Origins, per creare i propri contenuti, trasformando il gioco in un’esperienza più intima e personale.

Ti potrebbe interessare