Il mercato delle schede madri: dominano Asus e Gigabyte

Secondo i numeri forniti dal sito digitimes, Asustek e Gigabyte anche nel 2009 hanno dominato il mercato delle schede madri. I cosidetti “first tier” sono i padroni del settore seguiti dai “second tier“, MSI e ECS, leggermente in crisi e pian piano raggiunti da Asrock e Biostar.Dati alla mano questa è la “classifica” delle schede

Secondo i numeri forniti dal sito digitimes, Asustek e Gigabyte anche nel 2009 hanno dominato il mercato delle schede madri. I cosidetti “first tier” sono i padroni del settore seguiti dai “second tier“, MSI e ECS, leggermente in crisi e pian piano raggiunti da Asrock e Biostar.

Dati alla mano questa è la “classifica” delle schede madri distribuite dai produttori precedentemente elencati:

  1. Asustek 21 milioni di schede madri;
  2. Gigabyte 15 milioni di schede madri;
  3. ECS e MSI poco meno di 9 milioni di schede madri;
  4. Asrock 7 milioni di schede madri;
  5. Biostar 5 milioni di schede madri.

Per quel che riguarda invece il 2010, Asustek ha intenzione di portare il numero di motherboard vendute a 25 milioni, con l’obiettivo di arrivare entro il 2014 a possedere più del 50% del mercato globale delle schede madri. Mentre Gigabyte, per il 2010, ha come target di consegne 17-18 milioni di unità con una crescita annuale del 10%.

Ciò che fa essere così fiduciosi Asustek e Gigabyte è la potenzialità del mercato cinese che già nel 2009 ha rappresentato il 60% delle vendite totali combinate dei due produttori, percentuale questa che nel 2010 potrà arrivare agevolmente al 70%.

Ti potrebbe interessare
Non ci saranno ritardi per il lancio di iPhone 4 in Canada, e in Italia?
Apple

Non ci saranno ritardi per il lancio di iPhone 4 in Canada, e in Italia?

I consumatori canadesi possono tirare un sospiro di sollievo in quanto nelle ultime ore Steve Jobs, o chi per lui, ha risposto alla mail di un preoccupato lettore del blog iPhoneInCanada “spiegando” che la data di lancio del nuovo smartphone di casa Apple non verrà posticipata a causa dei cospicui ordini ricevuti nel mercato statunitense.Abbiamo

Leopard – Mac OS X 10.5
Imaging

Leopard – Mac OS X 10.5

In questi giorni si sta parlando tantissimo del nuovo sistema operativo di Apple, Leopard, il Mac OS X arrivato alla versione 10.5.Ovviamente se ne sta parlando perché il 16 è stato dato l’annuncio e il via agli ordini, il sistema operativo arriverà nelle prime case il 26 ottobre.In questo video, si vede Time Machine, la

Mac OS X, grave vulnerabilità e nessuna patch
Software e App

Mac OS X, grave vulnerabilità e nessuna patch

Sarebbe stata giudicata come «highly critical» (valutazione Secunia SA23012) una vulnerabilità appena scoperta in Mac OS X. L’evento assume particolare importanza tanto per la gravità del problema quanto per l’assenza di patch risolutiva in grado di porre una pezza al bug riscontrato.Secondo la descrizione Secunia il problema sarebbe interno a com.apple.AppleDiskImageController e tale per cui