CNN: denunciato per falso accredito un utente di iReport

Forse aveva preso troppo alla lettera il fatto di collaborare con il colosso dell’informazione americana CNN, o forse ha voluto semplicemente approfittare dei vantaggi che un nome di questo calibro consente di ottenere a un reporter.La vicenda vede coinvolti il progetto iReport, messo in piedi dalla rete televisiva americana nel 2006 per favorire la nascita

Forse aveva preso troppo alla lettera il fatto di collaborare con il colosso dell’informazione americana CNN, o forse ha voluto semplicemente approfittare dei vantaggi che un nome di questo calibro consente di ottenere a un reporter.

La vicenda vede coinvolti il progetto iReport, messo in piedi dalla rete televisiva americana nel 2006 per favorire la nascita di una community dedita al giornalismo partecipativo sotto le proprie insegne, e uno degli utenti iscritti, Robert Paisola.

Secondo la CNN, Paisola si è ripetutamente descritto come “CNN iReporter” sia sul proprio blog che sul suo account attivo su Twitter, ma la stessa cosa è stata fatta in diversi altri siti in cui si è in seguito iscritto, fino ad arrivare a chiedere degli accrediti e dei pass per determinati eventi sfruttando proprio il brand del network di Turner Broadcasting.

Un accostamento non autorizzato quindi, che ha convinto i vertici dell’azienda a denunciare Paisola con l’accusa di “violazione di trademark, violazione di contratto e competizioni illegale”, come si apprende da Webnews.

In altre parole il gruppo sembra intenzionato a evitare fraintendimenti a tal proposito, cercando di far capire meglio al pubblico come non vi sia alcun legame ufficiale tra gli utenti che partecipano al progetto e la CNN stessa, che vuole limitarsi a offrire uno spazio per gli aspiranti reporter senza metterci, letteralmente, la propria “faccia”, ovvero il proprio marchio.

Ti potrebbe interessare