Scheda madre, fase di POST e bip: impariamo ad ascoltarla

Quella che segue è una mini guida per imparare a riconoscere i problemi della scheda madre partendo dallo studio della sua fase di POST, in particolare concentrando l’attenzione sull’ascolto dei “bip emessi” dalla motherboard.Con POST (Power on self test), in ambito informatico, si indica la fase in cui la motherboard effettua un test delle sue

Quella che segue è una mini guida per imparare a riconoscere i problemi della scheda madre partendo dallo studio della sua fase di POST, in particolare concentrando l’attenzione sull’ascolto dei “bip emessi” dalla motherboard.

Con POST (Power on self test), in ambito informatico, si indica la fase in cui la motherboard effettua un test delle sue funzionalità e delle periferiche connesse prima di avviare il sistema operativo.

Nella fase di POST, a guidare questo test è il firmware della scheda madre, che nel nostro caso prende il noto nome di BIOS. Questo, se nel computer è presente uno speaker, emetterà dei bip per informare l’utente se la procedura di POST è andata a buon fine (1 bip corto) oppure se ha incontrato dei problemi (più di 1 bip o lunghi o corti). La sequenza di questi bip quindi individuerà il particolare errore riscontrato e fornirà informazioni sul problema della nostra scheda madre. Di seguito, i link alle pagine Web in cui vengono descritte le sequenze di bip più note e il significato che ogni marca di BIOS gli associa:

Qualora non si abbia uno speaker installato, oppure il computer non emetta alcun bip, si può sempre analizzare lo stato della fase di POST tramite delle economiche schede di test, solitamente con interfaccia PCI o via USB, le quali forniscono su un mini display, tramite dei codici (una sorta di bip muti), informazioni sulla procedura di analisi della scheda madre. Sono economiche e utili per effettuare un test rapido della motherboard.

Ti potrebbe interessare
Android recupera, iPhone segna il passo
Android

Android recupera, iPhone segna il passo

Un report Millennial Media riconsegna un importante spaccato dell’odierna situazione nel mercato dell’advertising mobile negli USA. Android è in forte recupero, ma al momento l’iPhone controlla indisturbato il 62% delle impression complessive

Kodak EasyShare M1073 IS, fotocamera compatta con scatti in HD
Imaging

Kodak EasyShare M1073 IS, fotocamera compatta con scatti in HD

La nota azienda statunitense Kodak arricchisce la serie M con la nuova macchina fotografica digitale, la EasyShare M1073.Leggera e pratica, questa compatta dispone di un display da 2,7 pollici ad alta risoluzione (230.000 pixel) ed è disponibile nei colori rosa, rosso, argento e nero.Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, monta un sensore da 10,2 megapixel

Microsoft vince il secondo round con Alcatel
Software e App

Microsoft vince il secondo round con Alcatel

Alcatel-Lucent non potrà arrivare a processo nel secondo caso legale che vede opposto il gruppo a Microsoft. Dopo la multa ottenuta alla prima tornata, un nuovo giudice ha ritenute infondate le accuse relative ad una tecnologia compresa in Windows Vista