Celle solari organiche nei dispositivi del futuro

Tablet e smartphone del futuro saranno alimentati dall’energia solare. È questa la visione di Apple e Samsung che hanno iniziato a valutare la possibilità di integrare piccoli pannelli solari all’interno dei loro gadget. Si tratta di piani a lungo termine, in quanto la tecnologia necessaria è ancora nelle fasi iniziali di studio, ma tra qualche

Tablet e smartphone del futuro saranno alimentati dall’energia solare. È questa la visione di Apple e Samsung che hanno iniziato a valutare la possibilità di integrare piccoli pannelli solari all’interno dei loro gadget. Si tratta di piani a lungo termine, in quanto la tecnologia necessaria è ancora nelle fasi iniziali di studio, ma tra qualche anno gli utenti non dovranno più preoccuparsi di ricaricare il telefono prima di uscire.

Le celle che le due aziende intendono utilizzare sono basate su una tecnologia diversa da quella dei comuni pannelli fotovoltaici. Le ricerche riguardano in particolare celle organiche che possono essere “spalmate” su una sottile pellicola e inserite sotto lo schermo dei dispositivi.

Diverse tecnologie sono state sviluppate dal Massachusetts Institute of Technology (MIT) e da aziende statunitensi (Solarmer e Plextronics), inglesi (Konarka) e giapponesi (Mitsubishi Chemical). Il problema maggiore da risolvere è la bassa efficienza nella conversione della luce solare in energia elettrica. Impiegando il polietilene tereftalato (PET), le aziende sono riuscite finora ad ottenere un’efficienza tra il 5 e l’8%.

Samsung ha già realizzato quattro prodotti con piccoli pannelli solari montati nella parte posteriore del telaio: tre telefoni (Blue Earth, Crest Solar e Replenish) e il netbook NC215S. Apple invece non ha nessun prodotto in commercio, ma il suo interesse per le celle solari è confermato da quattro brevetti depositati tra il 2006 e il 2009.

Ti potrebbe interessare
Bluetooth 4.0 è diventato realtà
Prezzi e tariffe

Bluetooth 4.0 è diventato realtà

La nuova versione del protocollo di comunicazione wireless vede finalmente la luce, grazie al rilascio delle specifiche tecniche. Tra le principali novità vi sono i consumi ridotti, una maggiore potenza ed il trasferimento dei dati più veloce

BenQ C1020 e C1220, due nuove compatte
Imaging

BenQ C1020 e C1220, due nuove compatte

BenQ ha aggiunto due nuovi pezzi alla linea C delle fotocamere digitali, la C1020 e la C1220: entrambe compatte, presentano un design senza troppi fronzoli e alcune caratteristiche utili per i principianti.La C1020 ha sensore di 10 Megapixel e zoom ottico a 3 ingrandimenti; possiede la funzione Blink Detector che avvisa quando un soggetto è

Per il 2009 arriverà un Bluetooth 10 volte più veloce
Prezzi e tariffe

Per il 2009 arriverà un Bluetooth 10 volte più veloce

Il Bluetooth Special Interest Group che è il gruppo che lavora allo sviluppo del noto e tanto apprezzato standard Bluetooh, ha annunciato che nel corso del 2009 verrà approvato e messo in produzione uno nuovo standard per questa tipologia di collegamento wireless.Non sarà un Bluetooh 2.2 o il 3.0 di cui avevamo parlato molto tempo

Projectdesign F10 AS3D, proiettare immagini in 3D
3d rim videoproiettore

Projectdesign F10 AS3D, proiettare immagini in 3D

Alla vista è un comune proiettore DLP, ma nasconde un’innovazione già interessante per il campo professionale cui è indirizzato, destinata a divenire accattivante anche nel campo dell’intrattenimento domestico: è F10 AS3D, il proiettore DLP proposto da projectiondesign, in grado di leggere e riprodurre contenuti in 3D.Si tratta di un proiettore a singola matrice DLP, da

Symantec, profitti in calo del 60%
Business

Symantec, profitti in calo del 60%

Symantec ha chiuso il secondo trimestre fiscale con un reddito netto di 50 milioni di dollari rispetto ai 126 dell’anno precedente, registrando così un calo del 60% nei profitti. Annunciata inoltre una inaspettata collaborazione con Microsoft

nVidia Forceware 158.18 e 158.19: problemi risolti?
Web e Social

nVidia Forceware 158.18 e 158.19: problemi risolti?

Mentre i vari partner stanno lanciando le loro proposte di GeForce 8600, nVidia ha rilasciato una nuova versione dei Forceware per Windows Vista e Windows XP che, anche se non permettono ancora di sfruttare in pieno alcune potenzialità offerte dalla nuova generazione di GPU G80, rispetto ai precedenti risolvono parecchi problemi.I Forceware in questione sono