DisplAir: il controller del futuro sarà 3D e multitouch

Arriva dalla Russia un nuovo sistema tridimensionale in grado di seguire i movimenti del corpo e delle dita.

Dopo il debutto lo scorso anno di Microsoft Kinect, molti sviluppatori hanno iniziato a realizzare nuovi e rivoluzionari prototipi di interfacce da gioco sensibili al movimento del corpo umano. L’ultima invenzione in questo settore viene dalla Russia, dove alcuni ragazzi hanno sviluppato un sistema 3D denominato DisplAir, in grado di seguire non solo gli ampi movimenti del corpo, ma anche quelli delle singole dita come se si stesse utilizzando un display touchscreen.

La tecnologia DisplAir utilizza una telecamera ad infrarossi, un proiettore 3D e della nebbia fredda, sulla quale vengono proiettate le immagini tridimensionali e vengono seguiti i movimenti del corpo e delle dita. Il prototipo è in grado di scansionare fino a 1.500 punti di contatto con una precisione che può arrivare fino ad 1 cm. La dimensione dello schermo può variare da 40 fino a 140 pollici. Con DisplAir l’utente può premere elementi per selezionarli e ingrandirli come se si stesse utilizzando un vero e proprio display multitouch tridimensionale.

Essendo ancora in fase di sviluppo, il prototipo presenta alcuni problemi, in particolare un ritardo di 0,2 secondi, di poco superiore al ritardo di Kinect pari a 0,1 secondi, e il cosiddetto effetto “fringing” delle immagini creato dalla nebbia fredda lungo i bordi della proiezione. L’azienda è attualmente alla ricerca di investitori per lo sviluppo e la commercializzazione di questo nuovo prodotto che, secondo alcune stime, una volta immesso sul mercato, avrà un costo variabile tra i 4.000 e i 30.000 dollari.

Per chi non vuole aspettare e cimentarsi sin da subito con le immagini 3D, può provare l’Heliodisplay alla modica cifra, si fa per dire, di 48.000 dollari. Sviluppato da IO2 Technology, questo sistema è in grado di proiettare dei veri e propri ologrammi tridimensionali interattivi e può essere collegato alla porta USB di un qualsiasi computer dotato di sistema operativo Windows.

Ti potrebbe interessare
Microsoft non monitora le email degli utenti per generare annunci mirati
Microsoft

Microsoft non monitora le email degli utenti per generare annunci mirati

La lotta tra Microsoft e Google si estende anche alla riservatezza e privacy degli utenti. Per questo Microsoft ha tenuto a precisare che, nel rispetto degli utenti, non viene effettuata una scansione delle email come metodo per realizzare pubblicità su misura.Queste sono le parole di Tim O’Brien, che ha sottolineato come, a differenza di Google,

Android su un netbook. Perché no?
Android

Android su un netbook. Perché no?

Android su un Netbook? Perché no? Anche se c’è molto da lavorare per il porting completo, il S.O. di Google sembra essere nato anche per un utilizzo ben più vasto piuttosto che girare solo sui semplici palmari.Nel video vediamo come Android se la cava a girare su un normale netbook di ultima generazione.

Allestire un Call Center VoIP: Quinta Parte, il Network
Prezzi e tariffe

Allestire un Call Center VoIP: Quinta Parte, il Network

Fino alla quarta parte di questa mini guida abbiamo stabilito cosa ci serve per allestire il nostro call center, dobbiamo ora metterci al lavoro per allestire la rete locale sulla quale transiterà la voce su IP. Solitamente è sufficiente una configurazione standard dove poter far transitare la voce direttamente su rete aziendale, ma questo ci

L’orologio di Vista: nuove comode funzioni
Microsoft

L’orologio di Vista: nuove comode funzioni

Potrebbe risultare difficile immaginare nuove funzioni per l’orologio di sistema presente praticamente da sempre sulla barra delle applicazioni in basso a destra e potrebbe risultare ancor più difficile immaginarle persino utili… invece c’è da ricredersi: il mitico orologio di sistema è cresciuto e possiede un paio di comodità della serie “com’è che non l’avevano pensato