iPad 3: confermato il tasto home

iPad 3: le immagini delle cornici trapelate sul Web confermano l’esistenza del tasto home, anche se nell’invito ufficiale non appare.

iPad 3: il tasto home sarebbe stato confermato, nonostante i rumor delle ultime ore che ne davano per certa la scomparsa. A rivelarlo sono alcune immagini del vetro protettivo apparse in Rete, dove il chiacchierato pulsante rimarrebbe vivo e vegeto.

Eppure molte parole si sono spese su quell’invito ufficiale di Apple, dove il famigerato tasto non appare. C’è chi ha sostenuto si trattasse di un iPad 3 in modalità landscape, quindi ripreso dal lato opposto rispetto al pulsate, chi ancora ha negato questa possibilità, sottolineando come le icone fossero fin troppo ravvicinate per l’utilizzo in modalità orizzontale.

Tutte previsioni, con il senno di poi, aleatorie e poco credibili: il tasto home non è stato epurato in favore di comandi unicamente virtuali. Le immagini sono state diffuse da Fix-iPhones.com e mostrano due vetri protettivi, completi di cornice, sia per la versione nera che per la versione bianca di iPad 3. Il controllo del codice prodotto confermerebbe l’utilizzo nei nuovi tablet e non negli attuali iPad 2, così da distogliere ogni tipo di dubbio dal popolo della Rete.

Anche se non è mai detta l’ultima parola – non sarebbe la prima volta che sul Web appaiono parti di prototipi nella realtà scartati da Cupertino – appare improbabile che Apple abbia rinunciato al tasto Home in favore delle gestures del dispositivo. Permane il mistero, tuttavia, dell’invito: perché scegliere quell’angolazione particolare dello scatto, così da tranne in inganno i numerosi appassionati della Mela? Lo si scoprirà il prossimo 7 marzo, quando iPad 3 verrà finalmente presentato al mondo, anche se per l’effettiva commercializzazione bisognerà attendere qualche giorno in più dati alcuni ritardi nella fabbricazione dei Retina Display.

Ti potrebbe interessare
Nasce l’Intergruppo Parlamentare 2.0
Web e Social

Nasce l’Intergruppo Parlamentare 2.0

Nasce l’Intergruppo Parlamentare 2.0, un comitato che si pone a metà tra la base e la politica per stilare un libro bianco utile a legiferare in tema di new media e Rete. L’Intergruppo nasce con una formazione di 12 onorevoli ed un blog

Windows Vista parla 34 lingue!
Microsoft

Windows Vista parla 34 lingue!

Novità per i celeberrimi “Ultimate Extras” che finora vengono rilasciati da Microsoft con il contagocce: stavolta tocca ai pacchetti lingua che vengono arricchiti di 19 nuovi idiomi.Finora possiamo affermare che il vero valore aggiunto della versione Ultimate di Windows Vista è stato dato proprio dai pacchetti linguistici, dato che gli altri (pochi) software messi a